EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Dove la scrittura apre uno spiraglio Bruno Chiarlone Debenedetti

pagine destrutturate – 2019

Si sa che la scrittura non parteggia: bensì testimonia sia le situazioni drammatiche e sbagliate sia quelle di segno diverso: la scrittura non tace ma parla, anche a sproposito, ma quasi sempre in buona fede. Racconta, con lo spirito dei tempi, quello che avviene sia condannando che deprimendo sulla carta scritta e stampata sia esaltando che premiando con le parole messe nero su bianco.

Scrivere è pur sempre cogliere e registrare ciò che colpisce e documentarlo nel tempo per i lettori di ogni tempo presente e sempre più futuro. La scrittura esprime giudizi che possono essere assai corretti e giusti nel momento contingente ma sbagliati nel lungo termine: pur non dovendo prendere parte la scrittura non può fare a meno di esserne parte.

Non è che la verità scritta sia indiscutibile e totalmente attendibile ma rappresenta il tentativo di ricercarla nel ragionamento e nell’esposizione sulla carta delle argomentazioni per aprire un confronto con altre visioni e con letture diverse o più profonde.

Narratori di rovine ed ombre tendiamo a nascondere solo le lacerazioni e le ferite della nostra coscienza. In pratica non dimentichiamoci che si tratta di letteratura e quindi, come scriveva Leonardo Sciascia, “la più assoluta forma che la verità possa assumere”.

Qualsiasi apporto anche minimo al mondo della scrittura apre uno spiraglio sulla realtà che entra nella letteratura. Persino guardando da un angolo morto di una vecchia piazza è già un luogo sufficiente per concentrare i pensieri, ad esempio, sui pochi elementi che colpiscono lo sguardo e quindi possiamo rivolgere l’attenzione a quello che c’è già nella nostra memoria.

Oppure possiamo prestare maggiore attenzione ai suoni, ai colori e agli odori che percepiamo dall’angolo appartato della vecchia piazzetta. Pochi stimoli possono essere bastevoli a far funzionare la nostra fantasia e a districare la scrittura nei nostri pensieri reconditi, piccoli elementi che innescano il processo comunicativo.

Bruno Chiarlone Debenedetti

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION