EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

PREMIO SOMMELLERIE CONFAGRICOLTURA: I VINI LIGURI E PIEMONTESI SI SFIDANO AL X MEMORIAL B. MARCHIANO

PREMIO SOMMELLERIE A.I.S., AL RISTORANTE VASCELLO FANTASMA, CON LE SELEZIONI DELLE CANTINE: ZANGANI, CON IL “MORTEDO” VERMENTINO COLLI DI LUNI E IL “MARFI” ROSSO LIGURIA DI LEVANTE; MASSIMO ALESSANDRI CON IL PIGATO “CASTADE VIGNE” E IL PASSITO DI PIGATO; FEA CON BARBERA D’ASTI; GNAVI CON “CAV GIONANNI” ERBALUCE DI CALUSO.

Entra nel vivo, la competizione dedicata alle eccellenze enogastronomiche di Piemonte e Liguria, con il test di sommellerie nella splendida cornice del ristorante Vascello Fantasma di Laigueglia.

Per il decennale, grazie al patrocinio di Regione Liguria e di A.I.S. e alla partnership con Confagricoltura Piemonte, la competizione di sommellerie ha assunto un profilo extraregionale con un prova attitudinale che chiedeva di abbinare alle ricette piemontesi i vini liguri e viceversa, con una selezione di etichette di prestigio quali: Zangani, con il “Mortedo” Vermentino Colli di Luni e il “Marfi” Rosso Liguria di Levante; Massimo Alessandri con il Pigato “Castade Vigne” e il Passito di Pigato; Fea con Barbera D’Asti; Gnavi con “Cav Giovanni” Erbaluce di Caluso.

Una prova scritta e una pratica davanti ad una giuria qualificata, composta da Giancarlo Alfano, delegato A.I.S. della provincia di Savona, Filippo Zangani e Luciano Alessandri, titolari dell’ omonima cantina, Angelo Marchiano, “patron” del memorial, Luca De Michelis, presidente di Confagricoltura Liguria, ha decretato i finalisti del primo dei trofei dell’hotellerie del X Memorial B. Marchiano.

La consegna chiedeva ai futuri sommellier di abbinare i vini in selezione al menu composto da: Tatin con cipolla di Cureggio e Fontaneto caramellata con spuma di parmigiano reggiano e riduzione di aceto balsamico come antipasto; Ravioli al gorgonzola novarese e mascarpone con vongole veraci, nocciola tonda gentile,salvia fritta e fiori eduli di primo; Turbante di orata con timballetto di cardo gobbo di Nizza Monferrato, carciofo violetto croccantein “bagna cauda” all’aglio di Vessalico, di secondo; Mousse di melanzane bianche su biscotto al cacao e zuppetta di fragole, di dolce.

Con l’estrazione a sorte, a GABRIEL RUARO è toccato l’antipasto al quale ha abbinato l’ Erbaluce di Caluso di Gnavi; a AURORA VINAI il primo piatto cui ha accostato Barbera D’Asti di Fea; a FRANCESCO TESORO il secondo che ha suggerito con il “Mortedo” Vermentino Colli di Luni di Zangani; a MARTINA GATTI è stato assegnato il dessert che ha unito al Passito al Pigato della Cantina Alessandri di Ranzo(IM).

Il vincitore sarà proclamato durante la cena di gala del prossimo 19 marzo alla presenza dei sindaci di Alassio e Laigueglia Marco Melgrati e Roberto Sasso del Verme, e dei presidenti di CONFAGRICOLTURA Liguria e Piemonte Luca De Michelis e Enrico Allasia.

La manifestazione è coordinata dalla vicepreside del “Giancardi” Antonella Annitto, dai docenti Rita Baio, Katiuscia Giuria, Stefania Violino, Paolo Madonia, Massimo Rovere, Giovanni Marello, dal giornalista e blogger Stefano Pezzini, da Stefano Rota chef del ristorante Vascello Fantasma, da Matteo Zanoni direttore del ristorante Vascello Fantasma, dal direttore di Confagricoltura Savona Michele Introna, da Monica Barbera e Franco Laureri del Centro Studi dell’Alberghiero.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION