EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

A Roma: “Scatti di Umanità” – Storie di ordinaria disperazione colte con l’obiettivo di Francesco Malavolta

La toccante mostra fotografica si tiene in concomitanza con l’Assemblea Nazionale della Società di San Vincenzo De Paoli all’Hotel Casa Tra Noi di Roma dal 22 al 24 marzo 2019.

Quella che sta per iniziare a Roma sarà una delle Assemblee nazionali più significative per la Società di San Vincenzo De Paoli i cui soci, che sono 13.000 in Italia, si riuniranno per adeguare lo statuto alle nuove disposizioni introdotte dalla riforma del Terzo settore e per consentire all’Associazione di essere presente in modo ancora più capillare sul territorio. I Presidenti degli 88 Consigli Centrali della Federazione nazionale, insieme ai Coordinatori regionali ed ai rappresentanti della Federazione lombarda saranno chiamati a ratificare il bilancio che permetterà di stanziare importanti somme per continuare ad offrire un aiuto concreto a più di 40.000 famiglie, 130.000 persone, che i volontari della Società di San Vincenzo De Paoli affiancano, con amicizia ed amore, in tutto il Paese. Negli stessi giorni si terranno anche le votazioni per rinnovare le cariche dell’Ente morale La San Vincenzo onlus.

In concomitanza con questa edizione dell’Assemblea si terrà la mostra fotografica “Scatti di Umanità” – Storie di ordinaria disperazione colte con l’obiettivo di Francesco Malavolta. Lungo le pareti della sala teatro dell’hotel Casa Tra Noi verranno esposte alcune tra le più significative fotografie scattate dall’autore, fotogiornalista impegnato da vent’anni nella documentazione dei flussi migratori che interessano il nostro continente. Un lavoro che ha portato Malavolta a viaggiare sulle navi della missione FRONTEX e di alcune ong dallo Stretto di Gibilterra al Mar Mediterraneo, a Lampedusa, dalla Grecia alla Turchia fino alla cosiddetta “rotta balcanica”. Negli scatti di Malavolta troviamo un’umanità dolente che continua a lottare senza soccombere alle ingiuste umiliazioni cui viene esposta, un’umanità caparbia che un passo alla volta guadagna centimetri di libertà. La mostra sarà presentata dall’autore venerdì 22 marzo alle ore 21.

La Società di San Vincenzo De Paoli

Con 850.000 soci e 1.500.000 di volontari in 155 Paesi del mondo, con una rappresentanza presso le Organizzazione delle Nazioni Unite di Ginevra, la Società di San Vincenzo De Paoli è una delle associazioni più vaste e radicate sul territorio.

Fondata a Parigi nel 1833 dal Beato Federico Ozanam insieme ad un gruppo di giovani studenti, cattolica ma laica, l’organizzazione si trova generalmente nelle parrocchie ed ha come scopo principale quello di aiutare le persone più sfortunate: i bisognosi, gli ammalati, gli anziani soli, i carcerati, chiunque si trovi in difficoltà.

volontari della Società di San Vincenzo De Paoli combattono ogni giorno la povertà, il disagio e l’esclusione sociale. Il loro desiderio è offrire alle persone in difficoltà un supporto che non sia fatto solo di aiuti materiali per placare la fame e lenire le necessità più impellenti, ma di sostegno, di amicizia, di affiancamento duraturo in un percorso di crescita con l’obiettivo di superare una volta per tutte i problemi e tornare ad essere indipendenti.

In tutto il mondo la Società di San Vincenzo De Paoli ha realizzato mense, dormitori, case di ospitalità per persone povere in difficoltà, centri per l’assistenza a bambini e ragazzi e per persone sole o anziane, strutture per l’accoglienza dei migranti, empori solidali.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION