EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Oristano: bloccata in porto Sea Music

La Guardia Costiera di Oristano blocca in porto un’altra nave che non rispetta gli
standard minimi di sicurezza previsti dalle normative internazionali”

Continuano incessanti i controlli dei militari della Capitaneria di porto di Oristano alle navi che scalano il
porto, al fine di garantire la sicurezza della navigazione e la tutela dell’ambiente marino. Nella giornata
del 20 maggio u.s., il personale che opera per assicurare la regolarità della operazioni commerciali e la
sicurezza in porto ha notato che la M/N SEA MUSIC, battente bandiera Repubblica di Moldavia, era
stata sovraccaricata al porto di partenza e, conseguentemente, aveva scalato il porto di Oristano con
un’immersione superiore a quella consentita. Gli ulteriori accertamenti svolti hanno fatto appurare che,
effettivamente, l’unità aveva navigato con la linea che demarca la massima immersione della nave
consentita (denominata “occhio di Plimsoll”), completamente sommersa. Prontamente, è stato allertato il
Nucleo P.S.C. (Port State Control) che si è tempestivamente recato a bordo dell’unità e, accertata la
violazione, ha sanzionato il Comandante del cargo con un verbale amministrativo per un importo pari a €
458. Conseguentemente, la nave è stata sottoposta ad ispezione più approfondita il giorno successivo,
riscontrandosi una serie di violazioni delle norme in materia di sicurezza della navigazione, salvaguardia
dell’ambiente marino ed inadeguate condizioni di vita e di lavoro a bordo. In particolare, le violazioni alle
norme di sicurezza hanno determinato l’immediato fermo della nave, sottoposta ad un provvedimento di
“detenzione”, che impone la completa rettifica delle deficienze appurate prima che l’unità possa
riprendere la navigazione verso lo scalo successivo.
L’attività si inquadra nei poteri che gli Stati contraenti del Memorandum di Parigi del 1982 esercitano sul
naviglio estero che approda nei porti nazionali, al fine di verificare il rispetto degli standard minimi di
sicurezza dettati dalla normativa internazionale in materia di sicurezza della navigazione,.
La nave SEA MUSIC, con lunghezza complessiva di 116 metri e 5392 tonnellate di stazza lorda, era
arrivata ad Oristano ieri pomeriggio, proveniente dal porto di Ceuta (Spagna), per scaricare 3500
tonnellate di silicato di ferro.
Il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera – assicura costante attenzione alla tutela della
sicurezza della navigazione e la salvaguardia dell’ambiente marino, grazie ad un costante
aggiornamento ed addestramento professionale dei propri nuclei Port State Control, il cui livello di
eccellenza è rinomato internazionalmente.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com