EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Oristano Piano di controllo delle cornacchie

Dopo l’interruzione necessaria per il superamento di alcune criticità conseguenti ad una recente sentenza della Corte Costituzionale, grazie allo stretto rapporto di collaborazione instauratosi fra il Settore Ambiente della Provincia di Oristano e il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale, già dalla giornata del 6 agosto è ripresa nell’oristanese l’attuazione del Piano di controllo dei corvidi che prevede l’attività di cattura e/o abbattimento della cornacchia grigia.

Le nuove modalità operative di attuazione del Piano sono state concordate in un incontro tenutosi nella sala consiliare della Provincia di Oristano il 5 agosto scorso, tra Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale – Servizio Territoriale Ispettorato Ripartimentale di Oristano, la Provincia di Oristano – Servizio Gestione Faunistica e i proprietari e conduttori di terreni agricoli con l’abilitazione di coadiutore. All’incontro ha partecipato anche il Servizio veterinario della ATS di Oristano, competente in merito al Piano nazionale per il monitoraggio della WND, la cui attuazione è in stretta connessione la diffusione delle cornacchie nel territorio.

Operativamente saranno i proprietari e conduttori dei terreni (in possesso di licenza di porto di fucile, dell’autorizzazione all’esercizio venatorio, dell’assicurazione e dell’abilitazione a coadiutore) a procedere all’abbattimento delle cornacchie, sotto il coordinamento diretto del Corpo Forestale e sotto la stretta vigilanza di tutte le forze dell’ordine. L’attività di abbattimento è consentita solo nei giorni feriali, ad esclusione dei festivi e prefestivi, al mattino tra le ore 7,00 e le 11,00 e nel pomeriggio dalle ore 18,00 alle 20,00 escluse le giornate a rischio estremo per gli incendi boschivi (codice rosso).

L’elenco dei proprietari o conduttori dei fondi che si sono resi disponibili è stato trasmesso al Corpo Forestale dal Servizio Gestione Faunistica della Provincia di Oristano, che ha provveduto a formare con apposito corso gli operatori, nel quale sono stati approfonditi in particolare gli argomenti riguardanti le condizioni di sicurezza previste per l’esercizio dell’attività venatoria e le norme di tutela della fauna selvatica.

Gli operatori, prima di procedere all’abbattimento, dovranno comunicare alla Stazione Forestale competente e alla Sala Operativa Ripartimentale di Oristano, la posizione geografica della zona in cui verranno effettuati i prelievi mediante indicazione delle coordinate o l’indicazione dei fogli e i mappali interessati, al fine di consentire un controllo puntuale del prelievo da parte delle autorità competenti. A fine giornata dovrà essere comunicato il numero di capi abbattuti e l’orario di fine intervento.

A cura degli operatori parte della selvaggina abbattuta verrà conferita al servizio veterinario della ATS di Oristano per il controllo epidemiologico e il monitoraggio della WND. Gli animali non consegnati verranno interrati nei terreni in cui sono avvenute le catture.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com