EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Salto ostacoli: Govoni e Chiaudani le stelle del Sardegna Jumping Tour a Tanca Regia

Si parte venerdì a Tanca Regia con il primo weekend di salto ostacoli – La settimana prossima via al 57° Premio Regionale Sardo e tappa conclusiva del concorso di equitazione
Spettacolo garantito e livello tecnico internazionale con il Sardegna Jumping Tour 2019 che inizia venerdì alle 8.30 negli impianti di Tanca Regia, ad Abbasanta. Due i fine settimana col concorso 6* di Salto Ostacoli che grazie alla Regione Sardegna mette in palio ben 103.500 euro: dal 20 al 22 la prima tappa, dal 27 al 29 la seconda, per un totale di 66 gare. Dal 24 al 28 si svolgerà anche il 57° Premio Regionale di allevamento, riservato ai cavalli nati in Sardegna negli anni 2016, 2017 e 2018, più il Circuito Foal, quello dei puledi del 2019 che vengono presentati insieme alla mamma. Organizzano l’Agris, L’Anacaad (Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Anglo Arabo e Derivati) e la Fise Sardegna.
In totale quasi 350 cavalli per un doppio evento che come spiega Raffaele Cherchi, dirigente dell’agenzia Agris “vuole fare incontrare domanda e offerta, vale a dire utilizzare la presenza di cavalieri e proprietari provenienti dalla Penisola per ampliare la vetrina rappresentata dal Premio regionale di allevamento”. Gli fa eco Stefano Ferranti, presidente dell’Anacaad: “L’obiettivo per gli allevatori è duplice: la commercializzazione immediata e diretta, ma anche la possibilità che i cavalli sardi vengano visti da cavalieri importanti che possono promuovere l’allevamento isolano”.
I cavalieri- Allievo del mitico Raimondo d’Inzeo, l’emiliano Gianni Govoni ha partecipato a tantissime competizioni internazionali, portando alto il nome dell’Italia dell’Equitazione: due Olimpiadi (Barcellona 1992 e Sydney 2000), tre campionati del mondo (The Hague 1994, Roma 1998, Jerez de la Frontera 2002 dove è arrivato quinto), dieci campionati europei, tre Giochi del Mediterraneo, svariate tappe del Global Champions Tour, una finale di coppa del mondo a Las Vegas. E’ l’unico italiano che è riuscito a piazzarsi al n° 10 della Ranking List mondiale.
Govoni è soprannominato “The Master of Faster” per la sua velocità che lo rende quasi imbattibile nelle gare a tempo. Il cavaliere emiliano ha seguito le impronte del padre e dello zio (commercianti di cavalli) nel mondo dell’equitazione. Insomma, un fenomeno fatto di tecnica, conoscenza, applicazione, sacrificio e lavoro, ma soprattutto di grande talento naturale.
Natale Chiaudani è invece allievo del maggiore dei fratelli D’Inzeo, Piero. Sei medaglie d’oro alla Coppa delle Nazioni, una ai Giochi del Mediterraneo, innumerevoli medaglie d’argento e bronzo nelle competizioni internazionali e nazionali. Due anni fa è stato grande protagonista proprio al Sardegna Jumping Tour vincendo entrambi i Gran Premi a due manches della C145.
E poi il caporal maggiore dell’Esercito Italiano Simone Coata che ha vinto uno dei Gran Premi dell’anno scorso e il Primo Maresciallo Stefano Nogara, direttore tecnico del Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare. Naturalmente ci saranno anche i migliori cavalieri sardi tra i quali la neo campionessa regionale Raffaela MontisGianleonardo Murruzzu e Andrea Guspini che sono andati anche sul podio delle gare più importanti nelle edizioni passate del Sardegna Jumping Tour.
Il concorso- Il montepremi totale è di 103.500 euro: 50 mila per la prima settimana (dal 20 al 22 settembre) e 53.500 per la seconda settimana (dal 26 al 29 settembre).
Tra le gare più importanti e dotate della giornata di venerdì nel primo weekend, la C140 a tempo. Sabato invece spiccano la C135 mista e la C140 a fasi consecutive. Domenica si disputerà invece il Gran Premio a due manches C145.
La seconda tappa invece prevede ben quattro giornate sempre con 33 gare in totale, ma con qualche variazione.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com