EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

INSOLVENZFEST 2019: GRANDE PARTECIPAZIONE DI PUBBLICO AL FESTIVAL SU CRISI, DEBITI E DIRITTI DI BOLOGNA

Conclusa con successo l’ottava edizione della rassegna che, con trenta relatori e diciassette appuntamenti, ha proposto un’inedita e interessante riflessione sul tema “Il tempo dei debiti”.
L’appuntamento per l’edizione 2020 di InsolvenzFest è a Bologna dal 17 al 20 settembre prossimi.

Molteplici chiavi di lettura e altrettante scuole interpretative si sono affacciate sul palcoscenico di InsolvenzFest, con l’intenzione, compiuta, di offrire all’ampia platea di cittadini e professionisti, tra cui avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro e curatori, una preziosa occasione di approfondimento e confronto sul rapporto, complesso e mutevole, che regola tempo e debiti, difficoltà contingenti e crisi di sistema. Dei singoli, delle famiglie, degli ordinamenti. Così ricostruendo una mappa aggiornata sulla cultura finanziaria e dell’impegno, commerciale e di cittadinanza, tra le tante facce dell’articolata dinamica fra debiti e crediti. Includendo alcuni sguardi lungimiranti verso le sperimentazioni virtuose nell’economia e nei contesti di discussione sui temi ambientali.

I quattro giorni di InsolvenzFest, il festival promosso dall’Osservatorio sulle crisi d’impresa (OCI) hanno animato il centro storico di Bologna con diciassette incontri – organizzati grazie al contributo e alla partecipazione di esperti di diritto, economia, filosofia, letteratura e giornalismo – su mafia e radicamento nei territori, risparmi individuali e paure collettive, ambiente e criminalità, intelligenza artificiale e impatto sull’occupazione, nuove povertà, debiti privati e debito pubblico, corruzione e concorrenza imperfetta, condizioni di vita nelle carceri e debito di pena, democrazia, rappresentanza e lobby di potere, reddito di cittadinanza e lavoro a cottimo. Numerose le personalità intervenute al dibattito, una tra tutte Matteo Maria Zuppi che, insieme al professore di economia aziendale Giorgio Mion, ha preso parte a un incontro molto partecipato su “Economia della carità e bontà intelligente”.

Sei le sedi lungo cui si è snodato il percorso di InsolvenzFestConvento di San Domenico, Sala Borsa, Palazzo Zambeccari, Palazzo Segni, Palazzo Isolani e Cineteca di Bologna. In Cineteca, oltre alla serata di apertura in compagnia dell’attore/comico Vito, è stato proiettato, con grande apprezzamento del pubblico, il film “Viaggio in Italia: la Corte costituzionale nelle carceri” di Fabio Cavalli: incontro tra due umanità, tra legalità e marginalità, che ha saputo farsi dialogo e scambio di conoscenze, esperienze ed emozioni.

Piacevoli intermezzi al programma del Festival due appuntamenti con finalità benefiche. Venerdì 20 settembre il coro degli Avvocati dell’Ordine di Bologna ha intrattenuto gli ospiti della cena organizzata presso la sede di via del Battiferro delle Cucine Popolari Bologna Social Food, un progetto ideato da Roberto Morgantini e l’Associazione CiviBo Onlus che offre aiuto alle persone fragili del territorio. Nella serata di sabato si è svolta la cena solidale con musica dal vivo della band Jus Brothers. Il ricavato della serata è andato a sostegno del progetto PASS della Onlus BimboTuBimboTu, nata nel 2007 in accordo con i responsabili di neurochirurgia pediatrica dell’Ospedale Bellaria di Bologna, sta raccogliendo fondi per il Polo Accoglienza e Servizi Solidali, una struttura nel centro di San Lazzaro di Savena che andrà ad ospitare le famiglie dei bambini ricoverati.

PATROCINI E COLLABORAZIONI
InsolvenzFest si è svolto sotto la direzione di Massimo Ferro, coordinatore dell’OCI e consigliere della Corte di cassazione e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Città metropolitana di Bologna, del Comune di Bologna, dell’Università di Bologna, dell’Associazione Nazionale Magistrati e della Cineteca di Bologna, in collaborazione con Associazione dei Curatori e dei CTU del Tribunale di Bologna, Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna, Fondazione Forense Bolognese, Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili, Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bologna, Fondazione dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bologna e Consulenti del Lavoro – Consiglio provinciale di Bologna.
Il Festival ha beneficiato del contributo di BCC Felsinea, BPER Factor, Circolo culturale Marco Biagi, Confcommercio Ascom Bologna, Europa Investimenti, Fallco Zucchetti, Fast Finance di Banca IFIS, Fondazione del Monte, Fondazione Finanza Etica, Gobid.it, La Colombo Finanziaria, Novecento Editore – Laurana Editore – Versus – Melampo Editore – Zolfo Editore.

Le registrazioni dei dialoghi – in diretta streaming durante l’evento – e un video dell’evento sono disponibili sul sito di InsolvenzFest.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com