EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Quegli ufo fotografati da Spirit nel 2004

L’associazione ricerca italiana aliena (A.R.I.A) capitanata dal socio fondatore ufologo ligure Angelo Maggioni, consultando alcuni scatti di archivio della NASA ha scoperto che il rover Spirit non era solo. Spirit è il primo dei due rover gemelli della NASA giunti su Marte nel mese di gennaio 2004. Le specifiche del rover prevedevano che esso avrebbe funzionato per almeno novanta giorni. Tali specifiche sono state ampiamente superate e Spirit ha continuato a marciare sul suolo marziano per tutto il 2006 con una velocità massima pari a 0,18 km/h ,Sito atterraggio Cratere Gusev il 4 gennaio 2004 , costato circa 400 milioni di dollari.Le foto in esame riguardano quelle indicate come sol 67 scattate dal rover stesso a Marzo , dei tre scatti , fatte a distanze diverse, una in particolare mostra un oggetto chiaramente luminoso e di media dimensione, secondo i calcoli e i dati acquisiti ed esposti sopra il rover sarebbe stato solo , Opportunity lo avrebbe raggiunto dal lato opposto del Pianeta il 25 gennaio 2004 . Dunque l’ufologo ligure si domanda cosa sia quella fonte luminosa in mezzo alle pietre e che il rover ha fotografato in diverse sequenze ? La luminosità fa escludere si possa trattare di un riflesso , anzi in un certo senso ne rimarca la solidita dell’oggetto che presumibilmente o è di materiale metallico o similare.Gli scatti nell’archivio NASA non indicano e non menzionano nulla a riguardo lasciando il mistero della presenza luminosa .Forse non era solo Spirit , Marte del resto ci regala sempre sorprese non in ultimo la presenza di acqua liquida, l’ipotesi di fossili annunciati dal professor William Romoser in questi giorni, e la variazione della presenza, seppur minima , di ossigeno ( che passa dall’1% al 30%) L’ufologo ligure proprio l’anno scorso , mentre analizzava alcuni scatti grezzi di Marte , scovò un presunto condotto metallico ed è sempre l’ufologo ligure convinto che Marte e Venere un tempo siano stati i Pianeti gemelli della Terra con tanto di vita aliena evoluta.Poi i due Pianeti , dopo il collasso del loro campo magnetico , si sono trasformati nel tempo inospitali o estremi per forme di vita conosciute sulla Terra ma che potrebbero essersi adeguate al nuovo habitat dei due Pianeti. Il mistero rimane su cosa fossero quelle fonti luminose , ma un giorno non lontano sapremo davvero come andarono  gli eventi su Marte e se davvero fu o è ancora “abitato” da vita aliena evoluta.                                                                                 QUI IL VIDEO : https://youtu.be/wpAyuXTOCsg

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com