EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Aziende plastic free: Inaz dona bottiglie ecosostenibili ai dipendenti

Installati nella sede di Milano gli erogatori d’acqua che permetteranno a dipendenti e collaboratori di dire addio per sempre alle bottigliette di plastica. Materiali ecosostenibili anche per bicchieri e palette utilizzati dai distributori di bevande calde

 

 

La lotta allo spreco e all’inquinamento deve coinvolgere anche i luoghi di lavoro. Con questa convinzione Inaz, impresa di oltre 500 persone specializzata in software e servizi per amministrare e gestire il personale, ha deciso di incoraggiare nei propri uffici una buona pratica fondamentale: sostituire le bottigliette di plastica usa e getta con alternative sostenibili. Per farlo ha donato bottiglie riutilizzabili ai lavoratori della sede centrale di viale Monza a Milano che potranno riempirle tramite i nuovi erogatori installati in azienda: sono collegati alla rete idrica e distribuiranno acqua filtrata a temperatura ambiente e fredda, liscia e gasata.

«Con questa iniziativa – afferma Linda Gilli, presidente e amministratore delegato di Inaz – ci colleghiamo a due campagne meritorie: Milano Plastic Free, portata avanti dal Comune di Milano con Legambiente, e #IoSonoAmbiente promossa dal Ministero dell’Ambiente. Tutti noi privati cittadini, con i nostri gesti quotidiani, dobbiamo prenderci cura del pianeta, e i nostri dipendenti stanno dimostrando una grande sensibilità e responsabilità verso questo tema, adottando buone pratiche anche nell’ambiente lavorativo. Per questo le imprese e le organizzazioni devono fare di più per facilitare e diffondere questi comportamenti virtuosi».

 

Per realizzare l’iniziativa Inaz si è rivolta a 24Bottles, azienda di Bologna nata nel 2013 con l’obiettivo di ridurre l’impatto delle bottiglie di plastica usa e getta. «Volevamo donare ai nostri dipendenti bottiglie comode, funzionali e con un bel design, un aspetto che anche sul posto di lavoro occorre valorizzare – prosegue Linda Gilli –. Sono di acciaio 18/8 AISI 304, materiale sicuro e durevole che non richiede rivestimenti addizionali, altro aspetto che limita l’impatto ambientale. Sono prive di BPA al 100% e possono contenere qualsiasi bevanda». Inoltre, le bottiglie di 24Bottles sono a zero emissioni grazie a progetti di riforestazione internazionali, che azzerano completamente l’impronta di carbonio dovuta a materie prime, produzione, packaging e trasporto.

L’impegno di Inaz per l’ambiente non si ferma qui. Provvedimenti sono stati attivati per rendere ancora più efficiente la raccolta differenziata dei rifiuti in azienda, mentre i distributori automatici di bevande calde utilizzano esclusivamente bicchieri e palette realizzati in materiale ecosostenibile. «Tutela dell’ambiente e riduzione dei rifiuti devono essere una priorità di tutti – torna a sottolineare Linda Gilli – e le imprese non solo devono dare il buon esempio, ma devono anche adottare soluzioni innovative per promuovere in ogni ambito uno stile di vita sostenibile».

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com