Sport

Milano fa visita al Verona e Padova aspetta Piacenza; gare da “tripla” a Ferrara e Monleale

Senza sosta. Finito lo “spezzatino” di inizio stagione, si marcia a ritmo spedito sia in Serie A che nella serie cadetta con alcuni scontri che sembrerebbero di facile pronostico ed altri, invece, che farebbero andare coi piedi di piombo anche i più esperti bookmakers. Milano rende visita al fanalino di coda CUS Verona mettendosi poi “alla finestra” per vedere chi, fra Real e Vicenza, abbandonerà il primo posto in classifica. Il calendario propone inoltre un interessantissimo Ferrara-Cittadella che, in Coppa Italia, quindici giorni fa, non è stata omologata (e si rigiocherà mercoledì 18 dicembre) per errore tecnico. Quattro i match del campionato di B che vedono la doppia chances per Forlì e Castelli Romani per rimpinguare le rispettive classifiche; riposano i Mammuth Roma.

SERIE A. La giornata di campionato inizia con un Verona-Milano che è il classico testa-coda (o meglio, coda-testa) che lascia poco spazio alla fantasia. Un Milano già in versione “schiacciasassi” non dovrebbe avere troppi problemi nel fare sua l’intera posta in palio nonostante la generosa truppa scaligera abbia dato segnali di evidente crescita nello scorso turno sul campo dell’Asiago. Per il CUS è Dalle Ave a lanciare la sfida: << La partita con Milano non ci vede di certo favoriti, ma non per questo scenderemo in campo già battuti! Sino ad ora i risultati non sono arrivati però la squadra sta trovando sempre più coesione e motivazioni nonostante le sconfitte! Dobbiamo sfruttare questo tipo di partite per imparare a subire meno la pressione degli avversari in fase difensiva per poi creare opportunità in avanti; il morale è buono e sicuramente per noi sarà una battaglia continua e, fino alla sirena finale, non molleremo un centimetro! >>. Per il Milano, invece, ecco il “Belcastro-Pensiero”: << Verona ha cambiato volto; non ci sono più i veterani e l’età media è molto bassa: una scelta che probabilmente pagherà in futuro ma ora è normale ci siano delle difficoltà. Noi comunque guardiamo in casa nostra e i risultati al momento ci stanno dando ragione anche se ci sono degli aspetti da migliorare: fase difensiva e condizione fisica non sono ancora al top. Il calendario ci propone due partite per chiudere in bellezza l’anno solare ma non ci rilasseremo, abbiamo già stilato il programma di allenamenti per arrivare al massimo nella settimana tra il 4 e l’11 gennaio dove ci attendono gare cruciali contro Padova (Coppa Italia) e Vicenza (campionato)>>.

Se il match di Verona sembra chiuso in partenza, non altrettanto si può dire su Ferrara-Cittadella che vedrà il primo ingaggio alle 18.30 agli ordini dei signori Mancina e Ferrini. Gara che oltre ad essere veramente incerta in partenza, avrà il “carico da undici” essendo la sfida che due settimane or sono, in Coppa Italia, ha visto il primo intervento della Giustizia Sportiva che ne ha disposto la ripetizione per il noto caso O’Shaugnessy (che doveva essere espulso per 3 falli di bastone ed invece ha giocato l’ultimo scorcio di gara, vanificando così la vittoria di Ferrara per 5-4). Per i Warriors, reduci dalla pesante sconfitta di Milano e dalla sconfitta a tavolino contro il Real decretata dal GS in settimana, è coach Buzzo a dare una sintetica chiave di lettura dell’incontro: << Il momento è molto difficile, ci sta andando tutto storto ma nonostante questo credo che la squadra abbia voglia di reagire alle avversità e sono convinto che per l’incontro con Cittadella ci sia molta voglia di riscatto. Mi attendo un moto d’orgoglio dei miei ragazzi e sono fiducioso che ne uscirà una ottima prestazione>>. Sponda Cittadella è il Presidente Pierobon a raccontare la vigilia in casa granata: << Stiamo lavorando bene, la sconfitta con Torino non ha lasciato alcuno strascico perché avendo un gruppo giovane impariamo da ogni avversità. Se le cose vanno bene non ci adagiamo, se vanno male aumenta la nostra voglia di lavorare e crescere; con Ferrara sarà una partita in cui vogliamo dare il nostro meglio sapendo dove abbiamo sbagliato in Coppa e al tempo stesso consci che fra 10 gironi saremo sullo stesso campo, contro il medesimo avversario, per giocarci nuovamente il passaggio del turno>. 

Sempre alle 18.30 scocca l’ora di Padova-Piacenza con i Ghosts che, dopo aver affrontato il trio di testa nelle prime quattro giornate (uscendone sconfitta tutte e tre le volte con un solo goal di scarto), cominciano “un nuovo campionato” da cui ricavare punti per una classifica finora deficitaria. Il primo avversario, fra quelli “non proibitivi” è la Lepis Piacenza che comunque non è da sottovalutare per la truppa di coach Marobin che affida al giovane Alessandro Rossi la dichiarazione pre-gara dei fantasmi: <<Dopo un inizio di campionato in salita e soli 3 punti conquistati ci attende una partita importante in cui ci impegneremo per ottenere una vittoria a dir poco fondamentale per la classifica; servirà inoltre per dare continuità alle buone prestazioni fatte finora contro le grandi del campionato >>. Piacenza, conscio della difficoltà del match, affida a Maurizio Varasi (dirigente Lepis) il compito di presentare la trasferta di Padova: << Gara assai complicata per Piacenza contro i Ghosts: la classifica deficitaria dei veneti non ci lascia certo tranquilli in quanto sappiamo di incontrare una squadra forte, motivata e “assetata” di punti. Da parte nostra, pur consapevoli delle difficoltà che incontreremo, daremo il massimo e metteremo in campo tutta la grinta necessaria per ben figurare >>.

Alle 19 in punto, senza nulla togliere alle altre gare in programma, scatta quello che è senza dubbio il match-clou di giornata con Real e Vicenza a sfidarsi al Pala Trecate per mantenere la testa della classifica che le vede entrambe, assieme al Quanta, a punteggio pieno a 12 punti. Una delle due contendenti dovrà quindi, giocoforza, scendere dal (temporaneo) gradino più alto del podio e mettersi ad inseguire. I Diavoli arrivano al match con le pesanti assenze per squalifica di Simsic (fermo fino a gennaio) e di Nicola Frigo, espulso durante il match contro Padova ma riabbracciano Munari ristabilitosi dall’influenza. Il Real è invece dato al gran completo e, sulle ali dell’entusiasmo, punta ad approfittare della maggior confidenza dei propri giocatori con l’insidioso fondo della pista di Trecate  per “sgambettare” i berici e continuare a fregiarsi dell’inaspettato (ma piacevole) appellativo di “capolista”. E’ capitan Moro a gettare comunque acqua sul fuoco e fare un po’ di “sana” pre-tattica scaricando la pressione su Vicenza: << La partita di domani, contro una delle squadre più forti del campionato, sarà molto impegnativa e ci farà capire dove dovremo lavorare maggiormente. Per noi sarà fondamentale avere la massima attenzione nella fase difensiva per poi ripartire ed essere efficaci nelle opportunità che riusciremo ad avere in attacco >>. Per i Diavoli ci pensa Luca Roffo a togliere un po’ di pressione dalle spalle della sua squadra: << Torino è una squadra temibilissima composta da ottimi giovani che uniti a giocatori d’esperienza ha trovato un mix davvero importante e di qualità. In casa loro è storicamente sempre difficile per noi e quest’anno, specialmente in questo momento, sarà ancor più ardua perché sono ulteriormente maturati e sono giustamente “gasati”. Non ci nascondiamo ma sappiamo che per ottenere i 3 punti servirà una prova praticamente perfetta >>. 

Ultima gara in programma quella dell’Augusto Massa di Monleale dove si sfidano i padroni di casa dello Sportleale e gli Asiago Vipers. Entrambe reduci da importanti affermazioni, le squadre sono divise da 2 punti in classifica e Zagni e compagni puntano a bissare l’affermazione casalinga dello scorso anno per operare il sorpasso sugli arancioneri. Monleale non potrà schierare il convalescente Romero come sono praticamente certe le assenze di Rossi, Stella (Alessandro) e Pesavento fra gli asiaghesi che però potrebbero piazzare l’esordio stagionale del talentuoso Berthod che è proprio la voce dei Vipers per questa vigilia: << Per noi sarà una gara difficile contro un avversario che in casa propria sa mettere in difficoltà chiunque; il mio avvio di stagione è stato alquanto “tribolato” e finora non ho potuto dare il mio apporto alla squadra ma sono pienamente ristabilito e pronto a scendere in pista per fare del mio meglio e dare finalmente il mio contributo alla causa >>. Per i padroni di casa è Riccardo Oddone a regalarci il match preview: << Asiago è una squadra forte, fatta di giovani tecnici e veloci guidati da giocatori più esperti. Noi, comunque, non siamo da meno e cercheremo di far valere il fattore campo: come dimostrato contro Vicenza, chiunque voglia vincere in casa nostra deve sudarsi la gara. Credo ne uscirà una bella partita in cui facilmente vincerà chi farà meno errori; noi lotteremo anche per il nostro pubblico che è sempre numeroso e ci darà quella spinta in più per prenderci i tre punti >>. Arbitri dell’incontro i signori Faragona e Liotta.

 

Serie A – Il programma della 5a giornata (sabato 7 dicembre): 

ore 18:00 CUS Verona – Milano Quanta (arbitri Grandini e Monferone)

ore 18:30 Ferrara Hockey – Cittadella HP  (Mancina e Ferrini)

ore 18:30 Ghosts Padova – Lepis Piacenza (Rigoni M. e Marri)

ore 19:00 Real Torino – Diavoli Vicenza (Chiodo e Zoppelletto)

ore 20:30 Monleale Sportleale – Asiago Vipers (Faragona e Liotta)

La classifica: Milano Quanta, Diavoli Vicenza e Real Torino* 12 punti; Asiago Vipers 8 punti;  HP Cittadella e Monleale 6 punti; Ghosts Padova 3 punti; Hockey Ferrara* 1 punto; Cus Verona e Lepis Piacenza 0 punti.

*(Real Torino-Ferrara: 5-0 a tavolino decisione GS)

 

SERIE B – Quarta di campionato che vede ferme ai box (avendo anticipato l’incontro 10 giorni fa) sia la capolista Edera Trieste che l’imbattuta CV Skating, con le inseguitrici pronte ad approfittarne per accorciare in classifica. Tre gli incontri al sabato e uno previsto per domenica quando Forlì e Castelli Romani si giocheranno la “seconda chance” del weekend essendo infatti previsto l’anticipo della sesta giornata di campionato. Turno di riposo per i Mammuth.

Due le gare in contemporanea alle 19.30 di sabato con Modena e Forlì a ricevere rispettivamente Legnaro e Torre Pellice per degli incontri che sono davvero aperti ad ogni risultato. Nel match del Pala Sacca di Modena vengono dati in leggero vantaggio gli ospiti che sono partiti “a razzo” con 2 vittorie in campionato (una all’overtime) nonostante si tratti di una debuttante per la B; Modena però ha già dimostrato di poter dire la sua fra le mura amiche e venderà cara la pelle per non lasciare vita facile alla compagine patavina allenata da Alessandro Cintori. Molta incertezza anche per il match di Forlì dove ad attendere Rosso e compagni ci sono i ragazzi di Roberto Rizzoli; due formazioni reduci da due sconfitte, con il minimo scarto, nel terzo turno per opera di Civitavecchia (Old Style) e Legnaro (Forlì) e che vorranno quindi vincere per smuovere la propria classifica. Chiude il programma giornaliero la sfida tra Tergeste e Castelli Romani, con i triestini pronti a sfruttare il fattore casalingo ed incamerare così la prima vittoria stagionale. I laziali, dal canto loro, sono reduci dalla vittoria nel derby con i Mammuth e proveranno a sgambettare anche Fabietti & Co.; non dovesse andar bene in quel del Pala Foschiatti, l’indomani la squadra di Panella avrà una seconda chanche in quanto è previsto l’anticipo della sesta giornata che vede, per l’appunto, in programma la sfida tra Libertas Forlì e Castelli Romani agli ordini dei signori Gufler Stefano ed Andrea.

 

Serie B – Il programma della 4a giornata (sabato 7 dicembre): 

ore 19:30 Invicta Modena – Fox Legnaro (Pioldi e Spada)

ore 19:30 Libertas Forlì –Old Style Torre Pellice (Soraperra S. e Gallo)

ore 20:30 Tergeste Tigers– Castelli Romani (Fiabane e Stella)

Anticipo della 6° giornata (domenica 8 dicembre)

ore 14:00 Libertas Forlì – Castelli Romani (Gufler S. e Gufler A.)
La classifica: Edera Trieste (4) punti 10; Fox Legnaro (2) e Snipers Civitavecchia (2) punti 5; Invicta Modena (2) punti 4; Torre Pellice (2) e Castelli Romani  (3) punti 3; Libertas Forlì (2)  punti 2; Tergeste Tigers (2) 1 punto; Mammuth Roma (3) punti 0.

(gare giocate)

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close