Italia

Scuola in Liguria In otto in pensione all’ Alberghiero di Alassio

(Foto Daros)

Tanti festeggiati oggi all’Istituto Alberghiero“Giancardi” di Alassio: in otto infatti hanno lasciato il lavoro il primo settembre e questa mattina il dirigente scolastico Massimo Salza ed colleghi hanno organizzato una apposita cerimonia per salutarli.

Fra loro docenti e personale scolastico che ha svolto il proprio lavoro per molti anni al “Giancardi”. Al pranzo di commiato erano presenti i colleghi ed il personale della scuola che, attraverso le parole della vice preside Antonella Annitto, li hanno ringraziati per la preziosa collaborazione.

I neo pensionati festeggiati sono Italo Bellino, Franco Biscotti, Michela Calandruccio, Ezio Di Marzo, Antonio Etzi, Antonino Maccarrone, Giovanni Marello e Margherita Ratto.

Il professor Marello in particolare ha trascorso tutta la sua carriera professionale nella scuola alassina dopo essere stato allievo dello stesso istituto. Una vicenda davvero singolare. E’ davvero singolare che un allievo, divenuto poi insegnante, possa trascorrere tutta la carriera nella stessa scuola.

Per noi –hanno detto gli otto festeggiati– è stato un onore collaborare con il personale di questa scuola: siamo stati circondati da una corona di persone preziose, sia a livello professionale, sia a livello personale”.

Per gli otto commossi pensionati, i colleghi hanno organizzato questa grande festa per la sospirata pensione, ottenuta dopo tanti anni di servizio, in diverse scuole e plessi scolastici della nostra provincia.

A questa scuola alberghiera alassina dobbiamo tutto – hanno detto commossi- Qui in pratica si è svolta gran parte di tutta la nostra vita professionale. In questo ambiente abbiamo incontrato migliaia di studenti e centinaia di colleghi molti dei quali sono diventati poi dei veri amici. Perciò possiamo dire con certezza di aver trascorso qui gli anni più belli della nostra vita e porteremo sempre nel cuore il ricordo dei colleghi e di questa scuola”.

CLAUDIO ALMANZI

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close