Editoriali

Covid 19/20 Riflessioni

Questa pandemia ha sconquassato i meccanismi quotidiani della nostra vita. La globalizzazione aveva dato una certa solidità ai nostri rapporti socio economici. Davamo per scontato tutto e mai e poi mai avremmo immaginato di finire ingabbiati in casa. Ma forse eravamo ingabbiati già da prima?Famiglia,figli,lavoro,ragazza/o,studio tutti infiniti progetti che andavano a riempire le nostre singole vite,ma una volta realizzati eravamo davvero felici? Tutto questo ha palesato come il nostro sistema sia basato su un individualismo sfrenato che crea esseri minuscoli con un ego spropositato come si è visto anche nel braccio di ferro tra USA e Cina ,che vogliono ancora una volta determinare chi ha il dominio sul mondo,non pensando alla caducità della vita e che siamo tutti mortali. Mortali appunto come le migliaia di vittime ormai in tutto il mondo. In Italia si è palesato in questo l’inadeguatezza del nostro sistema sanitario con le sue dinamiche non trasparenti di gestione tra privato e pubblico. E dopo tutto la crisi economica, non nuova, è stata accentuata dalla pandemia. Le attività sono andate in crisi. Ma il punto è che il mercato libero, con la sua concorrenza spietata ,senza controlli da parte dello stato e gli oneri dello stesso ad esempio in settori come ristorazione e turismo con una chiusura di pochi mesi ha provocato una decimazione. Un analisi che deve continuare per approfondire i vari aspetti della nostra vita.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close