Comunicati StampaItalia

Mondo cattolico della Riviera di Ponente in lutto per tre illustri figure

Albenga. Hanno suscitato viva commozione in tutta la Riviera di Ponente, nel comprensorio ingauno, e nell’intera diocesi albenganese, le scomparse di tre persone molto note ed amate: si tratta di Don Paolo Giovanni Bo, di Bice Laureri e di Mauro Sismondini.

Don Bo era una figura emblematica della diocesi albenganese, conosciutissimo per essere stato Cappellano dell’ Ospedale Santa Maria di Misericordia e collaboratore della parrocchia del Sacro Cuore ad Albenga.

Don Paolo era nato nel 1943 a Bra ed era entrato nell’ Ordine dei Servi di Maria nel 1961. Per molti anni nella Diocesi di Torino, arrivò in quella di Albenga- Imperia nel 2002. Gli venne affidata la Cappellania dell’ Ospedale incarico che mantenne fino alla fine della sua collocazione a riposo. E’ mancato all’ età di 77 anni all’ Ospedale Borea di Sanremo dove era ricoverato da un mese.

Bice Laureri (vedova Calcagno), che è mancata a 91 anni, era conosciutissima e stimata per essere stata per lunghissimo tempo la Segretaria della Curia Vescovile di Albenga. Con passione ha retto questo importante incarico collaborando sempre attivamente con i laici, i sacerdoti ed vescovi diocesani incontrati durante il suo lungo mandato. Ha sempre messo la sua grande esperienza al servizio non solo degli uffici curiali, ma anche di tutti coloro laici, fedeli, movimenti, associazioni cattoliche e di volontariato della Riviera di Ponente che per vari motivi entrarono in contatto prima con la Diocesi di Albenga e, successivamente all’ accorpamento, con la Diocesi di Albenga- Imperia.

Lascia i figli Giampiero e Mario, la nuora Marina, i nipoti Pietro, Maria, Lorenzo, Paolo e Anna.

Infine nei giorni scorsi nella Diocesi di Albenga è stata ricordata anche la figura di Mauro Simondini, scomparso un anno or sono, a soli 61 anni, dopo una lunga malattia. Simondini viveva a Ventimiglia, ma era molto noto in tutta la Riviera di Ponente ed anche nella diocesi ingauna per essere uno dei più attivi ed impegnati esponenti del movimento “Comunione e Liberazione”. Appassionato di politica (per più di vent’anni è stato impegnato ed ha avuto vari incarichi nella Democrazia Cristiana), insieme alla moglie Cristina ed ai figli Gabriele e Francesco ha sempre animato con grande entusiasmo le scuole di comunità, le iniziative, le gite, i pellegrinaggi ed i viaggi di Cielle. Cofondatore de “L’Ancora” si è sempre battuto nelle più importanti battaglie sociali ed etiche del Ponente ligure.

                                                                           (Claudio Almanzi) 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close