Editoriali

Auguri di pronta guarigione a Sua Maestà Mohammed VI

Lo scorso 14 Giugno Sua Maestà Mohammed Vi ha dovuto subire un intervento chirurgico , molte autorità gli hanno porto gli auguri di pronta guarigione , Salmane Ben Abdelaziz Al Saoud (custode dei luoghi santi) , Sua Altezza Mohamed Ben Salmane Al Saoud, principe ereditario dell’Arabia Saudita, Sua Maesta Abdellah II, del Regno Haschemita di Giordania, Sua Altezza Cheikh Tamim bin Hamad Al Thani, Emiro del Quatar, Sua Altezza Reale Le Roi Hamad Ben Khalifa. Tanti sovrani che la cui origine dinastica ( è il caso del sovrano hascemita) o di governo sono legati ai luoghi santi dell’islam. Ma , il mio modesto parere è che non sono testimonianze puramente di forma, esse fanno trapelare come Sua Maestà Mohammded VI sia un sovrano la cui figura sia apprezzata non solo nella comunità araba mussulmana ma anche nell’intero continente africano . Dimostrazione ne è che Sua Maesta abbia nei giorni della pandemia profuso uno sforzo fisico e mentale molto forte. Infatti, ancora convalescente sono arrivate in molti paesi come ad esempio in Congo – Brazzaville gli aiuti umanitari che proprio Sua Maesta ha voluto distribuire a molte nazioni africane. Potremmo dire che Sua Maestà difronte alla “pandemia della malattia, abbia contropposto la pandemia del dialogo e della solidarietà. Non una solidarietà falsa, mascherata da interessi ma, una solidarietà vera, disinteressata . Una solidarietà del “Re per il popolo” , del “Re per l’Africa. Una azione che dimostra come l’Africa, la sua possibile unità politico economica sia nella visione del Sovrano . Se attuata in modo solidaristico ed improntata alla sussidiarietà come mi sembra di capire nell’operato di Sua Maestà l’Africa deve diventare uno dei poli geopolitici del mondo accanto a Russia, Cina, Europa, Stati Uniti e America latina. Ma non solo, l’Africa può essere, dopo essere stata in passata terra di colonialismo , terra di scontro della “guerra fredda” il luogo di compensazione delle sfide che coinvolgono gli altri “giocatori ” planetari. L’Africa attraverso le sue differenze geografiche ed economiche è il luogo del futuro. L’Africa sospesa tra la francofonia e il mondo anglo sassone non è terra di diversità può divenire e ambire ad essere una confederazione di nazioni in grado di risolvere da sola le proprie problematiche. Per questo l’azione di Sua Maestà è attenta all’Africa è attenta perchè il Marocco è un punto di partenza interessante per il continente. Da un lato, storicamente vicino agli Stati Uniti ( dobbiamo ricordare che fu la prima nazione a riconoscere l’indipendenza delle colonie inglesi oltre atlantico) dall’altra il legame con la francofonia che gli permette di essere membro strategico di un organizzazione presente nei cinque continenti. .
In conclusione, anche se con modestia di una semplice persona, anche io mi unisco agli auguri di una pronta guarigione di Sua Maestà Mohammed VI , che l’Onnipotente lo assista per il bene del Marocco e del mondo arabo


Marco Baratto
Incontri Culturali Franco italiani

Marco Baratto

Nato a Milano , Laureato in Legge. Si interessa di storia dei rapporti tra l'Europa e il Mediterraneo. Ha Fondato il Gruppo Informale "Incontri Culturali Franco Italiani" per la valorizzazione dei rapporti tra i Paesi della Francofonia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close