Società

“Il piccolo principe”, centoventi anni di Saint Exupery

“Il piccolo principe” è tra i romanzi più letti del secolo breve. “Il piccolo principe” è firmato dall’aviatore e scrittore Antoine De Saint-Exupery, nato centoventi anni fa a Lione.

“Il piccole principe”

Tradotto in oltre duecento lingue è uno dei romanzi più letti al mondo. Dedicato ad adulti e ragazzi, “Il piccolo principe” è una favola senza tempo e sempre attuale.

E’ un racconto di amicizia, amore e gentilezza che parla direttamente al cuore. Il principe è un personaggio carismatico e saggio che insegna a far rivivere il bambino che è in tutti noi. Si tratta di un viaggio attraverso il quale liberarsi dei pregiudizi e degli stereotipi imposti dalla società per riprendere a guardare il mondo con occhi puri e limpidi.
E’ stato pubblicato nel 1943 ed è dedicato al suo grande amico Leone Werth.

Antoine De Saint Exupery, la vita

Nasce da una famiglia di antica nobiltà il 29 giugnio del 1900 a Lione. Sin da piccolo si appassiona al mondo dell’aereonautica seguendo, contemporaneamente, un ciclo di studi regolare. Il futuro aviatore si distingue per l’abilità nella scrittura e la cultura classica. Nel 1925 lavora alla società Aeropostale dove si occupa della rotta Tolosa-Dakar. In seguito ad un’avaria è costretto ad atterrare nel deserto. Si salverà soltanto grazie ad una carovana di beduini.
 

L’esperienza sarà poi descritta in “Corriere del Sud” del 1929. Lo sviluppo di nuove tratte conducono lo scrittore fino alla Patagonia e a tutto il Sud America. Le emozioni del volo ed i tanti pericoli gli ispirano “ Volo di notte”.

Il grande amore dello scrittore è stata Consuelo Suncin, conosciuta nel 1931. Vedova dello scrittore Enrique Gomez Carrillo, acculturata e di grande fascino, sarà la sua musa. Nonostante la loro fosse una relazione tumultuosa non smisero mai di amarsi.

Lo scrittore diventa un pilota militare durante la seconda guerra mondiale e contemporaneamente scrive “Pilota di guerra” pubblicato nel 1942. E’ dell’anno successivo “Lettera ad un ostaggio”, composto dopo aver lasciato la Francia ed esser stato accolto negli Usa.
Nonostante non fosse mai stato considerato un pilota modello, di distingue per le sue azioni  e missioni, meritandosi la croce di guerra.
A luglio del 1944, Saint Exupery parte dalla Corsica a bordo del bimotore P38 Lightning. Ha il compito di spingersi fino a Grenoble per una ricognizione fondamentale in vista dello sbarco in Provenza.
 

E’ il suo ultimo volo. L’aviatore scrittore scompare nel nulla.

Antoine De Saint Exupery, il mistero della morte

La morte del celebre aviatore non è stata ancora completamente chiarita. La teoria più accreditata è che il suo veivolo sia stato abbattuto dai tedeschi. La conferma arriverebbe dal pilota tedesco Rippert  che ha sostenuto, dopo anni di silenzio, di aver colpito l’aereo del suo scrittore preferito. L’ex aviatore ed i suoi compagni hanno mantenuto il silenzio perché amaramente pentito di aver abbattuto Saint Exupery.

Fra le ipotesi vi è stata anche quella del suicidio perché negli ultimi tempi non godeva di un buono stato di salute psicofisica.

Nel 2004 vengono ritrovati alcuni resti del suo aereo presso la costa di Marsiglia. Invece, già qualche anno prima nelle vicinanze dell’isolotto di Riou era stato recuperato il braccialetto che il pilota indossava sempre.

RIASSUNTO
“Il piccolo principe” è il capolavoro di Antoine De Saint Exupery, nato 120 anni fa. Dedicato ad adulti e bambini “il piccolo principe” è stato tradotto in più di venti lingue.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close