Società

CERVINO CINEMOUNTAIN | I film in concorso nella XXIII edizione

Annunciate le 26 pellicole in concorso nella XXIII edizione del Cervino CineMountain,

in programma a Breuil-Cervinia e Valtournenche dall’1 al 6 agosto.

Saranno 18 le anteprime – 16 italiane e 2 mondiali – per oltre 20 ore di proiezioni in quasi una settimana, un viaggio avventuroso tra le “terre alte” del mondo, affrontando temi di attualità e rivivendo emozionanti imprese alpinistiche.

E poi gli ospiti, le matinées culturali, i top events che animeranno il palcoscenico del festival del cinema di montagna più alto d’Europa.

In allegato il comunicato stampa completo, l’elenco dei film in concorso e la locandina dell’edizione 2020

Al seguente link le immagini dei film in concorso: http://tiny.cc/ssa8rz

Breuil-Cervinia, 9 luglio 2020_Quest’anno il Cervino CineMountain ci porta in vacanza sulle terre alte del mondo, dalle Alpi all’Himalaya, dal Medio Oriente alle Ande, in un viaggio verticale tra i popoli che le abitano, legati fisicamente e spiritualmente a quelle montagne, un percorso di connessione con l’anima di ciascuna delle loro culture. E poi ancora più su, per rivivere insieme ai protagonisti le loro imprese al limite, i salvataggi drammatici, sfide che hanno il sapore di battaglie intime ma anche sociali, affrontando tematiche attuali come l’emancipazione femminile e la valorizzazione delle culture indigene, il connubio sport-disabilità e il ritorno alla natura nell’epoca della comunicazione digitale. Sono le storie raccontate nelle 26 pellicole in concorso nella XXIII edizione del festival del cinema di montagna più alto d’Europa dall’1 al 6 agosto 2020 a Breuil-Cervinia e Valtournenche.

Le pellicole selezionate sono suddivise in 2 categorie: i film vincitori dei festival del circuito dell’International Alliance for Mountain Film e che concorrono per il Grand Prix des Festivals – Conseil de la Vallée e il Concorso Internazionale, film italiani e stranieri che affrontano il tema della montagna nelle varie sfumature.

In programma circa 20 ore di proiezioni in 6 giorni, con 18 anteprime – tra italiane e mondiali – le matinées letterarie, con le presentazioni delle ultime novità e i grandi ospiti dell’alpinismo e della cultura protagonisti delle serate del festival: Mauro Corona, nella sua meno conosciuta versione di artista del legnola storia passata e recente dell’alpinismo sul Cervino con Hans Kammerlander, François Cazzanelli e l’unicità dell’esperienza di Didier Berthod, che ha scelto di abbandonare le rocce per vestire gli abiti talari.

Per il Cervino CineMountain, che esiste da 23 anni, non è mai stato così importante esserci. Se esistere è una questione di numeri che si sommano edizione dopo edizione, esserci, nel senso di essere presenti, di accogliere ospiti e pubblico, di favorire gli incontri, come suggeriscono le due silhouettes dell’immagine grafica di quest’anno, è un’altra cosa. – affermano i direttori artistici del festival Luisa Montrosset e Luca Bich – Mai come in questo 2020, in cui si è imposta la distanza forzata tra le persone, ridotta solo grazie alla virtualità informatica che ha reso possibile scuola/lavoro/incontri cosiddetti smart, era importante incontrarsi, ovviamente con tutte le precauzioni del caso, ma ritrovarsi comunque. Per questo, ringraziamo il Comune di Valtournenche che malgrado le difficoltà del periodo ha voluto un Festival vero, seppur ridotto, e come il Comune tutti gli enti, partner e sponsor che ci hanno sostenuto. Portate la mascherina, tutto il resto ce lo mettiamo noi!”

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close