Medit...errando

Il pumo, il portafortuna dell’artigianato pugliese

Il pumo è un oggetto decorativo tipico dell’artigianato pugliese. Simbolo di prosperità e fortuna, il pumo si crea da secoli nei laboratori della città di Grottaglie.

Il pumo

Il pumo è un elemento ornamentale tipico della cultura pugliese. Presente sulle facciate dei palazzi, nelle ringhiere e nei giardini è simbolo di prosperità e mantiene lontano il male.  

Già nell’antica Roma si adorava la dea Pomona, portatrice di abbondanza e prosperità.  Da allora sino ad ora i pomi hanno mantenuto questo valore, a patto però che siano regalati. La parte rotondeggiante e centrale è custodita all’interno di alcune foglie di acanto come dei boccioli di fiore protetti dalle foglie. Osservando la ricchezza delle decorazioni e degli smalti ma anche la grandezza dei pomi si può avere un’idea del patrimonio finanziario di chi lo detiene. 

Realizzati di dimensioni diverse e con vari materiali, anche pregiati, la loro superficie può essere completamente liscia oppure più simile a delle squame.
Grottaglie, in provincia di Taranto, è uno dei centri di produzione di pomi più rinomati.

Il pumo e Grottaglie

A Grottaglie l’arte della ceramica si tramanda da secoli. In città esiste un intiero quartiere, detto appunto delle ceramiche, dove si producono e si vendono oggetti artigianali. Molti laboratori sono stati ottenuti scavando nel tufo, un materiale largamente presente in tutta la città.

Visitando il museo della ceramica si possono ammirare ceramiche destinate ad usi vari. Le raccolte coprono un arco temporale che parte dal VIII secolo sino ad oggi. Il museo è ospitato al palazzo episcopio, l’antica sede vescovile cittadina. 

I figulini di Grottaglie sono apprezzati in tutto il mondo anche per le loro tecniche tramandate sin dal medioevo. La loro sapienza è tutelata dal disciplinare del marchio dop.

Grottaglie

Il toponimo si riferisce al gran numero di grotte naturali presenti. A breve distanza da Grottaglie si trova Taranto e la sua meravigliosa costa.

La città è molto interessante e conserva importanti monumenti come la trecentesca chiesa Madre conosciuta anche come Madonna del Carmine. Al suo interno sono presenti quadri pregiati.

Altrettanto suggestiva la chiesa di san Francesco de Girolamo dove si trovano le spoglie dell’omonimo santo.
Oltre alla produzione di ceramiche artigianali, Grottaglie è conosciuta per i suoi vini e per le tipiche orecchiette. Le orecchiette, prodotte in tutta la Puglia, si ottengono impastando semola, sale ed acqua; si condiscono con verdure oppure con della salsa di pomodoro e dell’ottimo olio extra vergine d’oliva.

Nel suo territorio, come nel resto in tutta la Puglia,  si trovano molte gravine, ossia formazioni di origine carsica. Sono caratterizzate da grotte di varia profondità che durante il periodo piovoso possono essere attraversate da ruscelli. 

Fra le più belle vi è la gravina di Riggio, ad una manciata di chilometri dalla città. Visitabile su prenotazione è costituita da grotte,alcune trasformate in luoghi di culto, all’interno delle quali si trovano preziosi dipinti e graffiti e da un laghetto. La gravina di Riggio è incastonata nel verde della vegetazione locale, caratterizzata da ulivi secolari.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close