Esteri

Dichiarazione di MANUL

MANUL. Marocco fornisce un sostegno costante e continuo agli sforzi dell’ONU in Libia Giovedì a Rabat, la rappresentante speciale e capo della missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia (MANUL) ad interim, rappresentante speciale aggiunto del Segretario generale, Stephanie Williams, ha affermato che il Marocco sostiene senza sosta gli sforzi dell’ONU in Libia. Williams è in visita nel Regno del Marocco nel quadro delle consultazioni con le diverse parti libiche e con i partner regionali e internazionali al fine di trovare una soluzione alla crisi libica. In una conferenza stampa al termine dei colloqui con il ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione Africana e dei Marocchini residenti all’estero, Nasser Bourita, la signora Williams ha voluto “ringraziare il Regno del Marocco e Sua Maestà il Re Mohammed VI per il suo instancabile e continuo sostegno agli sforzi delle Nazioni Unite in Libia”.”I libici sono molto lieti di sapere che sono in Marocco perché sono consapevoli che il Regno ha una storia formidabile nel sostenere i processi dell’ONU”, soprattutto perché il Marocco è la culla dell’accordo politico di Skhirat, ha detto Williams.Il Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha parlato dinanzi al Consiglio di sicurezza il mese scorso, affermando che il tempo non è ancora a nostro favore, ha ricordato, ritenendo che l’evoluzione della situazione sul campo ha confermato le dichiarazioni del Segretario generale.Per questo motivo, dobbiamo agire collettivamente con tutti gli amici della Libia per giungere a una soluzione politica inclusiva, pensata dai libici per i libici, ha sottolineato la responsabile dell’ONU.”La dichiarazione del presidente del Consiglio presidenziale del GNA, Fayez Al-Sarraj, e del presidente della Camera dei rappresentanti, Aguila Saleh, che chiede un cessate il fuoco e un ritorno al processo politico, è stata una dichiarazione molto coraggiosa che dobbiamo accompagnare”, ha detto la Williams.”Da troppo tempo la Libia è stata una storia internazionale, ora abbiamo l’opportunità di trasformarla in una storia libica”, ha affermato.”Sono molto grata per le consultazioni che ho avuto con l’onorevole Bourita e confido nella possibilità di lavorare insieme per costruire questo dialogo inclusivo e questa storia libica”, ha aggiunto.La Libia sta attraversando una crisi economica terribile, i conflitti minacciano ormai il centro della Libia e in particolare la regione di Sirte, che conta 130.000 civili in pericolo, oltre alla pandemia del Covid-19 che diventa fuori controllo a causa dell’evoluzione esponenziale delle contaminazioni, in particolare nel sud del paese, ha deplorato Williams.La Williams ha inoltre sottolineato che “l’Unione europea è un’istituzione che ha un ruolo fondamentale nel processo di pace e di pace”.Il piano della MANUL, dalla Conferenza di Berlino dello scorso gennaio, è quello di ampliare il campo delle possibilità, approfittando al contempo delle esperienze accumulate durante i processi già avviati, con quale pietra miliare è ben un dialogo inclusivo tra tutte le parti interessate al fine di trovare una soluzione, ha sostenuto.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close