Esteri

Dialogo Interlibico: verso una soluzione. Bourita

Il ministro degli Esteri, della Cooperazione Africana e dei Marocchini residenti all’estero, Nasser Bourita ha sottolineato, domenica a Bouznika, che la dinamica positiva osservata recentemente nel dossier libico, in particolare dopo il cessate il fuoco e la presentazione di iniziative da parte delle parti libiche, può preparare il terreno per progredire verso una soluzione alla crisi libica.

Intervenendo in apertura del dialogo libico tra le delegazioni dell’Alto Consiglio di Stato libico e del Parlamento di Tobruk, Bourita ha insistito sul fatto che una soluzione alla crisi libica poggia su tre principi fondamentali, vale a dire il patriottismo libico; la convinzione che la soluzione non può essere che politica e la fiducia nelle capacità dell’Alto Consiglio di Stato libico e della Camera dei rappresentanti libica, in quanto istituzioni legittime capaci di superare le prove e di avviare un dialogo per la Libia e nell’interesse del paese, con tutta responsabilità e capacità di superare le difficoltà circostanziali.

Il ministro ha affermato che il Marocco ha sempre lavorato con l’Onu e sotto la sua guida sulla questione libica e che il Regno continuerà a seguire questo approccio in futuro, come sottolineato durante la visita a Rabat della rappresentante speciale e capo della Missione di Sostegno delle Nazioni Unite in Libia (USMIL) ad interim, rappresentante speciale aggiunto del Segretario generale Stephanie Williams.

“L’approccio del Regno Marocchino, così come definito da Sua Maestà il Re Mohammed VI, vuole che il dossier libico non sia una questione diplomatica o che sia oggetto di controversie politiche, ma piuttosto un dossier che rientra nel destino di un paese magrebino fratello, con il quale intratteniamo una fraternità sincera e la cui stabilità e sicurezza ci riguardano”, ha aggiunto Bourita.

In tale contesto, “il Marocco non ha né un’agenda, né un’iniziativa o una via e non ha mai accettato di scegliere tra i libici. Al contrario, ritiene che i libici siano fratelli e che si assumano la responsabilità e antepongano gli interessi libici”, ha annunciato, evidenziando che “il Regno non ha cambiato la sua posizione in funzione dell’evoluzione della situazione sul campo”.

Il capo della diplomazia marocchina ha proseguito che il Marocco è sempre stato e continuerà ad essere disposto a creare lo spazio in cui i libici possano discutere in modo costruttivo e positivo, al fine di progredire secondo l’ordine del giorno che decidono essi stessi, e per favorire un dialogo inter-libico senza interferenze nelle delegazioni, nell’ordine del giorno o nei risultati e “il Regno applauderà ogni consenso tra i libici”.

L’onorevole Bourita ha insistito, a questo proposito, che il Marocco ha piena fiducia nelle parti libiche affinché proseguano senza esitazioni sulla via d’uscita dalla crisi e superino l’equazione del vincitore e del perdente e la logica di “qualsiasi profitto per una parte è un indebolimento dell’altra parte”.

Ha inoltre chiesto che il dialogo sia un approccio pragmatico e pratico per ripristinare la fiducia, costruire comprensione, maturare le idee e il consenso e sviluppare accordi per far uscire il paese dalla crisi.

Il dialogo libico tra le delegazioni dell’Alto Consiglio di Stato libico e il Parlamento di Tobruk iniziato domenica a Bouznika è inteso a mantenere il cessate il fuoco e ad avviare negoziati per porre fine ai conflitti tra le parti libiche.

Questo grande evento avviene poche settimane dopo la visita in Marocco del presidente dell’Alto Consiglio di Stato libico, Khaled Al Mechri e del presidente del Parlamento libico, Aguila Saleh, su invito del presidente della Camera dei rappresentanti del Marocco El Habib Maliki.

Il dialogo libico fa anche seguito alla visita in Marocco della Stephanie Williams capo ad interim USMIL nel quadro delle consultazioni che conduce con le parti libiche, nonché con i partner regionali e internazionali per trovare una soluzione alla crisi libica.

Yassine Belkassem

Yassine Belkassem, marocchino italiano, già pubblicista con www.stranieriinitalia.it, e Almaghrebiya, attualmente collabora con NotizieGeoplotiche.nete Ajialpress.com testata marocchina. Per Mediterranews cura aggiornamenti dal Marocco e non solo

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close