Magia e Misteri

A Genova si aggira il fantasma di Branca Doria

A Genova il fantasma di Branca Doria sembra si aggiri in piazza san Matteo, nel cuore della città. Proprio qui si trova l’elegante palazzo Doria.

Genova, il fantasma di Branca Doria

A Genova si aggirerebbe lo spettro di Branca Doria, appartenente alla nobile e potente famiglia cittadina.

Ricco e feroce, Branca Doria era molto ambizioso e disposto a tutto pur di raggiungere i suoi obiettivi. Desideroso di incrementare i possedimenti in Sardegna, chiede in sposa la figlia del giudice di Torres: Caterina Zanche. Pare che spinto dalla bramosia di potere avesse organizzato l’assassinio del suocero.

Secondo quanto tramandato, al termine di una cena fece uccidere Michele Zanche, il cui corpo venne fatto in parti e nascosto. Non esistono però prove certe né sul brutale assassinio del giudice di Torres per decisione di Branca né sulle circostanze relative alla sua morte. A raccontare il presunto misfatto è stato Dante Alighieri che colloca il nobile genovese all’Inferno, come traditore.
Forse a causa della sua esistenza inquieta, il suo spirito non avrebbe mai abbandonato Genova. Le sue apparizioni tutt’oggi si concentrano in piazza San Matteo, dove ancora oggi si trova il palazzo a lui appartenuto.

La chiesa di san Matteo

La chiesa di San Matteo sorge nell’omonima piazza, nel cuore antico di Genova.
Gli interni, finemente decorati, custodiscono la spada e la tomba di Andrea Doria.

L’edificio, la cui edificazione risale all’anno Mille, è stato in parte modificato nel XVI secolo. Sulla piazza si affacciano gli imponenti palazzi voluti dalla nobile famiglia dei Doria. Fra questi vi è la dimora di Lamba, l’ammiraglio che si è distinto nella battaglia di Curzola, del 1298.

La città di Genova è nota anche come la Superba. L’origine precisa dell’appellativo non è certa. Pare che derivi dalla sua influenza e dalla sua capacità di ampliare i suoi possedimenti e diventare una vera potenza militare e culturale.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close