EditorialiEsteri

Dopo l’apertura del Consolato degli Emirati Arabi la Lombardia deve aprire un canale privilegiato con le regioni meridionali del Marocco

A  pochi giorni dall’anniversario della Marcia Verde, gli Emirati Arabi Uniti hanno aperto nella città di Laayoune il loro consolato generale . Un evento storico eesendo il paese dei Golfo il primo paese arabo ad aprire una propria rappresentanza nelle provincie del Sud del Marocco.  Orami sempre più paesi africani hanno deciso di aprire delle proprie rappresentanze tra le città di Laayoume e Dakhla. 

Queste aperture sono significative dei buoni esiti della politica estera marocchina che sotto l’ispirazione di Sua Maesta Mohammed Vi ha fatto del Regno del Marocco una nazione stabile , e soprattutto affidabile sul piano delle relazioni inter arabe e inter africane.

Le provincie meridionali del Regno del Marocco rappresentano da sempre un luogo caro alla storia e alla cultura del Marocco . 

L e provincie meridionali sono un punto fondamentale per lo sviluppo dell’area non solo del Marocco è per questo che sarebbe opportuno che la Lombardia, nel quadro della volontà di rilanciare l’economia regionale dopo la crisi del Covid 19 guardi alle provincie meridionali come possibile soggetto con cui aprire un dialogo e delle collaborazioni nel campo industriale e agricolo

Il loro ruolo strategico, la loro rinascita economica sono al centro di una serie di riconsocimenti internazionali , per questo oltre agli Emirati ’Unione delle  Comores, il  Gabon, La  Repubblica  Centraficana, Sao Tomé-et-Principe, il  Burundi, la Côte d’Ivoire,  l’Eswatini e lo Zambie aprendo delle rappresentanze diplomatiche in queste regioni hanno dato loro appoggio e la legittimità internazionale in merito alla sovranità del Marocco su queste provincie

La gloriosa “Marcia Verde” voluta da Sua Maestà Hassn II nel 1975 ha riportato, in modo pacifico, le provincie del sud del Marocco sotto la legittima sovranità del Regno. Sua Maestà Mohammed VI , fedele all’impegno dei suoi augusti avi, ha continuato questa pacifica rivoluzione attraverso un piano di autonomia rafforzata ed investimenti economici e sociali per trasformare queste provincie nella porta naturale tra il mediterraneo e l’africa interna.  Una sovranità che ancora qualcuno si ostina a non riconoscere o fomentare movimenti separatisti che sono contrari ad ogni fondamento storico e culturale. 


Oggi abbiamo bisogno ritrovare lo spirto pacifico e di prospettiva che animo Sua Maestà Hassa II, oggi non vi la necessità di liberare una parte della Patria marocchina dal colonialismo , oggi la sfida è globale si gioca nel campo della ricerca, della tutela dell’essere umano, nel campo dello sviluppo agricolo. Per questo non possiamo che essere dalla parte del Marocco e una Regione , moderna, capace ed atrattativa come la Lombardia deve essere al fianco del Marocco e delle sue regioni Meridionali 

Marco Baratto

Forum Lombardia Marocco

Marco Baratto

Nato a Milano , Laureato in Legge. Si interessa di storia dei rapporti tra l'Europa e il Mediterraneo. Ha Fondato il Gruppo Informale "Incontri Culturali Franco Italiani" per la valorizzazione dei rapporti tra i Paesi della Francofonia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy