Un mare di ricette

Involtini di verza vegetariani con un cuore morbido e ricco

Gli involtini di verza vegetariani sono un piatto invernale. Impariamo a preparare gli involtini di verza vegetariani.

Involtini di verza vegetariani

La verza appartiene alla famiglie delle crucifere. Si raccoglie a partire dall’autunno e diventa ancora più buona dopo i primi freddi. Ricca di acqua, la verza apporta calcio, potassio e fosforo ma anche fibre, vitamine del gruppo B, vitamina Cvitamina A.

In passato, la medicina popolare sfruttava la verza per combattere i dolori articolari e muscolari e per contrastare brufoli e problemi cutanei.

Gli involtini di verza vegetariani, la ricetta

La verza è un ingrediente molto usato nella cucina tradizionale italiana, basti pensare alla cassoeula lombarda. Ecco come preparare il nostro secondo.

Ingredienti:
1 verza media
Sale
aglio
Olio extra vergine d’oliva
una foglia di alloro
200 grammi di ricotta vaccina
Noce moscata
Pane grattugiato
Una cipolla piccola

Mondiamo la verza eliminando le foglie più esterne e la parte terrosa del gambo. Stacchiamo le foglie, senza romperle, e laviamo bene.
Portiamo a bollore una pentola di acqua; sbollentiamo le foglie più grandi per pochi minuti. Scoliamole e facciamole freddare. Se la nervatura bianca è particolarmente dura eliminiamola.

In una padella mettiamo dell’olio, una foglia d’alloro ed uno spicchio d’aglio; uniamo la cipolla tritata ed il cuore della verza tagliato a strisce sottili. Saliamo, mescoliamo e mettiamo il coperchio. Proseguiamo la cottura per circa 5 minuti; se fosse necessario uniamo poca acqua calda.

In una ciotola mettiamo la ricotta setacciata, la noce moscata ed il cuore della verza ben freddo. Mescoliamo bene. Stendiamo le foglie, mettiamo qualche cucchiaio di farcia all’interno, lasciando liberi i bordi e richiudiamo formando un bauletto.

Sistemiamo tutti gli involtini in una teglia da forno ben unta e poi condiamo con un filo d’olio ed una spolverata di pane grattugiato. Inforniamo per circa 15 minuti a 180 gradi.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close