Rubriche

L’elfo sulla mensola, la storia dei folletti di Natale

L’elfo sulla mensola è una tradizione natalizia. La storia dell’elfo sulla mensola è tipica degli Usa ma riprende antiche consuetudine del Nord Europa.

L’elfo sulla mensola, la leggenda

L’elfo sulla mensola è una tradizione molto diffusa nell’ America. Le sue origini però riprendono consuetudine più remote, tipiche dei Paesi del Nord Europa.

La leggenda di questo piccolo gnomo prende ispirazione da un racconto scritto da Carol Aebersold e Chanda Bell. La magica figura, attraverso una porta magica, entra nelle case dei bambini il primo dicembre.

L’elfo trascorre le sue giornate all’interno delle abitazioni, giocando ed osservando ciò che accade. Ecco perché è detto l’elfo sulla mensola, ossia the elf on the shelf. Oltre a guardarsi attorno svolge altri compiti. Allieta l’atmosfera, aiuta ad attendere il Natale e protegge i bambini, e più in generale la casa, dalle cattive presenze. E’ proprio questa una delle caratteristiche comuni agli elfi del Nord Europa.

Al calare del sole, torna da Babbo Natale ma alle prime luci dell’alba è nuovamente a casa dei suoi amici umani. I bambini, al loro risveglio, lo troveranno intento a divertirsi o a combinare scherzi.

Il 25 dicembre, o secondo altri alla mezzanotte del 24, lo gnomo saluta tutti e torna al Polo Nord. Ma, tranquilli, si tratta soltanto di un addio. Infatti il prossimo anno tornerà ancora per trascorrere insieme dei giorni magici.

L’elfo sulla scrivania, oltre a rendere più divertente l’attesa delle festività, svolge un’azione educativa. Aiuta i piccoli ad interagire con degli estranei, stimola la fantasia e può favorire il rispetto delle indicazioni fornite dagli adulti.

I folletti di Babbo Natale

Il folletto della tradizione statunitense è stato certamente influenzato dalle leggende degli gnomi di Babbo Natale. In tutto il Nord Europa esistono storie relative agli gnomi che accompagnano il generoso vecchietto durante la consegna dei regali.

In alcune tradizioni, questi esseri possono essere maligni; è il caso dei krampus, gli esseri mostruosi che il 6 dicembre vanno con san Nicola in giro per il mondo.

Gli gnomi di Babbo  Natale sono i suoi fidati assistenti. Durante tutto l’anno, gli elfi lo aiutano ad organizzare la raccolta dei regali. Sono loro che curano le renne, puliscono la slitta, leggono le letterine e caricano i regali.
 Si tratta di gnomi magici, proprio come Babbo Natale.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close