Rubriche

Carnevale, storia e manifestazioni suggestive

Carnevale è un periodo di festeggiamenti e scherzi. Quest’anno 2021 le giornate di Carnevale purtroppo sono segnate dalla pandemia.

Noi cerchiamo di raccontare le origini remote di questo periodo giocoso e spesso imprevedibile.

Carnevale, la storia


La storia del Carnevale ha origini molto antiche che si fanno risalire all’antico Egitto.

Nell’antica Roma, agli inizi di febbraio, si svolgevano i lupercali, dei festeggiamenti duranti i quali si sovvertiva l’ordine costituito. Con l’avvento del cristianesimo, i lupercali si trasformarono perdendo il loro carattere disinibito. Divennero momenti di festa ed allegria, durante i quali ci si travestiva e si mangiavano piatti prelibati.

Il termine Carnevale deriva dal latino e significa “togliere la carne”. E’ un chiaro riferimento alla Quaresima che inizia proprio il mercoledì successivo al martedì grasso.

La Quaresima corrisponde ai quaranta giorni di preparazione in previsione della Pasqua. E’ un periodo durante il quale si mangia di magro, ossia senza carne.

Durante i giorni più spensierati dell’anno la consuetudine vuole che si consumino pietanze ricche, e soprattutto, fritte. Il grasso per eccellenza delle ricette carnevalesche è lo strutto usato sia come condimento che per friggere.

La carne di maiale, e i suoi derivati, è una delle grandi protagoniste perché in questo periodo si macellavano gli animali. Fra gli ingredienti più consumati ci sono i cardi, la polenta, le lasagne e le fave secche.

Italia, Carnevali storici

Quest’ anno a causa della pandemia causata dal Covid-19 molti eventi non avranno luogo.

Nel nostro Paese la tradizione del Carnevale è molto viva e partecipata e le tradizioni dei giorni più pazzi dell’anno sono molto caratteristiche e suggestive Fano, nelle Marche, è annoverato fra gli appuntamenti più caratteristici ed antichi.

Invece, in Sicilia è molto apprezzato quello di Acireale.

 In Sardegna, esattamente in Barbagia, si ripetono riti antichissimi molto diversi da quelli delle altre regioni.

Da non perdere poi gli appuntamenti di Cento, in Emilia Romagna, e di Bagolino, in provincia di Brescia.

In quasi ogni città si trova una maschera tipica. Napoli è rappresentata da Pulcinella  mentre il colorato Arlecchino ha origine a Bergamo. In Basilicata, sono tanti gli eventi di grande fascino; fra questi bisogna segnalare le maschere cornute di Aliano, in provincia di Matera. Invece, il carnevale di Acquasparta, in Umbria, è dedicato ai bambini. Il borgo è percorso da carri allegorici ispirati ai personaggi fantastici più amati.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close