Sport

IL VELISTA DI CAGLIARI SIMONE CAMBA HA VINTO IL PREMIO VELISTA DELL’ANNO

Con ben 13.418 voti il velista cagliaritano Simone Camba oggi ha vinto il concorso Velista dell'Anno, nella categoria TAG Heuer Most Vote, organizzato dal mensile Giornale della Vela.  

L'atleta – presidente dell'associazione New Sardiniasail che si occupa di inclusione sociale con la vela di adolescenti con problemi penali -   è salito sul gradino più alto del podio dal primo giorno del concorso. Le votazioni sono partite nel mese di febbraio e Simone Camba ha conservato la leadership fino a oggi quando si sono chiuse le votazioni. La gara ha visto la partecipazione dei maggiori velisti italiani – dagli eroi di Luna Rossa al mitico Giovanni Soldini – e ha permesso di dare una grande visibilità al progetto sociale che si tiene a Cagliari, la sede è nella base di Luna Rossa. 
Un poliziotto velista che si occupa di inclusione sociale di adolescenti

Il riconoscimento a Simone Camba è dovuta al suo impegno con l'associazione: “Sono felicissimo di aver tagliato questo importante traguardo che da una forte visibilità nazionale al lavoro con i ragazzi. Ora ci sono le finali dove si assegnano gli altri premi decisi dalla giuria. Io sono contento di aver vinto la sfida delle votazioni popolari. Un gran riconoscimento. E colgo l'occasione per ringraziare il Sistema portuale del mare di Sardegna, la Fiv (federazione italiana vela) e la terza zona Fiv che hanno collaborato insieme per concedermi la possibilità di realizzare i progetti nel molo Ichnusa”. 

 Il premio spiegato dagli organizzatori 

L'organizzazione del premio ha scritto: “Il premio TAG Heuer Most Voted  va al candidato che ha saputo raccogliere più voti sommando le due fasi di votazione. Si tratta di Simone Camba, che con la sua associazione New Sardiniasail utilizza la vela come mezzo di recupero e riscatto sociale. Ragazzi con problemi giudiziari o famigliari, migranti, poveri. Lui fa di tutto per trasformarli in marinai e dar loro un futuro.Ha totalizzato ben 13.418 voti!”. 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close