Concorsi e LavoroSpeciale Maturità

Scuola, Ambiente e Futuro, protocollo MIUR Guardia Costiera

La scuola naviga verso il futuroAmbiente, legalità e mondo del lavoro: Ministero dell’Istruzione e Guardia Costiera firmano un Protocollo d’intesa per valorizzare tra i giovani la cultura del mare

Il mare è una risorsa di inestimabile valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico. Un privilegioda difendere. Un’opportunità preziosa da consegnare alle nuove generazioni.Nasce da queste importanti premesse il protocollo d’intesa firmato a Roma, oggi, venerdì 9 aprile,dal Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio BIANCHI, e dal Comandante Generale della GuardiaCostiera, Giovanni PETTORINO.L’obiettivo, come si legge nel Protocollo, è quello di “contribuire alla formazione delle giovanigenerazioni, alla tutela del territorio, alla convivenza civile, alla legalità”.La firma dell’Accordo, non a caso, coincide con le celebrazioni della “Giornata del mare e della culturamarinara”. Un’iniziativa che ogni anno coinvolge la Guardia Costiera e gli Istituti scolastici italiani, pervalorizzare le tradizioni marittime del nostro Paese e rivalutare il patrimonio storico, sociale e culturaledel suo mare. Una serie di iniziative, idee e progetti portati avanti su tutto il territorio e che siriassumono anche con l’individuazione delle classi vincitrici del Concorso Nazionale “La cittadinanzadel mare” edizione 2020, che prevedeva l’elaborazione di percorsi e progettualità volti alla diffusionedella cultura del mare. Il concorso si è concluso con la premiazione di 11 dei ben 500 progettipervenuti. In occasione della firma del Protocollo, il Ministro Patrizio BIANCHI ha incontrato, inmodalità telematica, le classi vincitrici, complimentandosi per i lavori realizzati. È stata quindipresentata la nuova edizione del concorso, dal tema “Cambiamenti climatici e sostenibilità, effetto dimolteplici cause in gran parte attribuibili all’uomo e, a loro volta, causa di effetti sia sull’ambientemarino e costiero che sulle comunità che vivono in prossimità del mare”.Questa iniziativa, fortemente voluta dal Ministero dell’Istruzione e ampiamente condivisa dal Corpo,sottolineano il Prof. Patrizio Bianchi e l’Amm. PETTORINO, sarà quanto mai utile e necessaria percomprendere il contesto nazionale ed europeo verso il quale le nuove generazioni potrannoindirizzare le loro legittime ambizioni formative e professionali.“Vi ringrazio per aver partecipato a questo progetto, nel quale ragioniamo sul mare, come luogo chenon divide, ma unisce – ha detto il Ministro Patrizio BIANCHI alle studentesse e agli studenti incollegamento -. A voi è affidato il compito di testimoniare come l’ambiente marino sia una dellericchezze più importanti che abbiamo. Non dovete solo proteggerlo, ma anche raccontarlo. È statoun anno complicato, sono grato a voi, ai vostri docenti e dirigenti, alle vostre famiglie. Ne usciremoanche dialogando e riflettendo sempre su ciò che ci unisce. E la tutela dell’ambiente è un valorefondamentale per tutti noi. Ringrazio la Guardia Costiera, custode di una risorsa tanto preziosa, perquesta collaborazione importantissima per la scuola”.“Un contesto che non può prescindere dalla tutela dell’ambiente marino – ha sottolineato l’Ammiraglio- di cui il Corpo si fa ogni giorno garante verso i cittadini, attraverso l’impegno di undicimila uomini edonne e l’impiego di mezzi aeronavali e tecnologie all’avanguardia, distribuiti lungo tutti gli ottomilakm di coste del Paese”.“Avvicinare sempre di più il mare alle scuole e alle giovani generazioni – è il pensiero di PETTORINO- per far comprendere l’importanza di questo immenso patrimonio ambientale che è l’habitat naturalepiù esteso del nostro pianeta, che produce il 50% dell’ossigeno che respiriamo e al contempo assorbeil 30% dell’anidride carbonica prodotta”.Per il raggiungimento degli obiettivi indicati e per consentire la pianificazione strategica degli interventiprogrammati nel protocollo stesso, è stato costituito un Comitato tecnico-scientifico al quale sarannoinvitati a partecipare, in qualità di esperti, anche rappresentanti di altre istituzioni pubbliche chelavoreranno in sinergia

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close