Sport

Ad Alassio il Principe Carlo di Borbone in testa alle regate Smeralda

Spettacolari regate per la flotta Smeralda 888 impegnata ieri ad Alassio per il primo Trofeo Luigi Carpaneda, con concorrenti di sei nazioni, tanti Vip e pubblico delle grandi occasioni per festeggiare soprattutto il beniamino di casa Pietro Sibello.

In testa dopo la prima giornata è il Principe di Borbone con “Vamos mi Amor” (YC Monaco) capace di aggiudicarsi ben due delle tre prove portate a termine, con vento a tratti molto forte, tanto da costringere al ritiro due delle dieci regine del mare in gara: “Gorilla Gango” (Andrea Startari, YC Monaco) e “Das” (Alessandro Zampori, Cnam Alassio, con Gianni Sommariva).

Ad aggiudicarsi la terza prova, portata a termine prima dei festeggiamenti per Sibello, è stato Paolo Rotelli “Black Star”.

Per l’ enfant du pays oltre alla realizzazione, da parte di un grande artista bergamasco (Alessandro Etsom Conti), di un enorme e stupendo murales all’ ingresso del porto (che rappresenta Sibello, Luna Rossa e la conquista della Prada Cup) la consegna delle Chiavi della Città e la Cittadinza onoraria da parte del sindaco Marco Melgrati e dell’ assessore allo sport, l’ ex campionessa della vela Roberta Zucchinetti.

Questa mattina, meteo permettendo, si ritorna in acqua per altre tre prove: il primo scarto potrà essere fatto dopo la conclusione di quattro prove. Primo segnale di avviso per le ore 11.

Queste le classifiche dopo la prima giornata.

Primo Trofeo Luigi Carpaneda: 1) “Vamos mi Amor” (Charles De Bourbon, YC Monaco), 8 punti; 2) “Beda” (Timofey Sukmontin, id.), 9; 3) “Botta Dritta VI” (Francesco Vauban, Yc Monaco), 11; 4) “Ange Trasparent III”(Valter Pizzoli, id.),11; 5) “Black Star” ( Paolo Rotelli, Yc Monaco), 13; 6) “Smeralda V” (Rinaldo Agostini, Cnam Alassio), 16; 7)“Milleni’um Falcon” (Marco Favale, YC Monaco), 18; 8) “I John” (Svizzera, Luigi Guarnaccia , Cnam Alassio), 22; 9) “Gorilla Gango”(Andrea Startari, YC Monaco) e “Das” (Alessandro Zampori, Cnam Alassio), 33.

CLAUDIO ALMANZI

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close