Magia e Misteri

Gaza: se nella guerra entrassero in campo gli alieni?

“Le immagini divulgate dalla Reuters su Youtube sono chiare è il momento in cui  Israele abbatte la torre di Gaza che ospita  gli uffici  associated press e Al_Jazeera !Gli edifici vengono rasi al suolo tramite un bombardamento aereo mirato , tutto come prassi e annunciato ma molti  utenti si sono accorti di una presenza particolare e spesso ricorrente nei teatri di guerra. ” Scrive in una nota stampa l’ufologo Maggioni che prosegue “Un oggetto sembra sostare , come osservare, la deflagrazione  dell’edificio e molti hanno subito pensato alla presenza di un ufo.” Il filmato è stato osservato e inchiestato dall’esperto ufologo italiano Angelo Maggioni , presidente di A.R.I.A  (associazione ricerca italiana aliena) nel tentativo di capirne di più della presenza misteriosa .

Gaza: droni o altro?

L’investigatore ufologo spiega che per dare una connotazione a quanto si osserva bisogna tener conto del luogo dell’avvistamento e soprattutto che ci si trova davanti ad un teatro di guerra , questo potrebbe portare alla spiegazione , che appare la più razionale, della presenza di un drone , non è chiara la sua origine ( drone bellico oppure drone osservatore di qualche agenzia press ) Non è un mistero che Israele disponga di  strumenti militari avanzati , all’avanguardia  spesso sovvenzionati dal loro partner  e amici di lunga data gli americani! Anche se in questo periodo, spiega Maggioni, le notizie sugli ufo sono in costante aumento  grazie anche a tanta speculazione e al fatidico annuncio( si presume verso il 15 giugno di quest’anno)  sulle indagini che verranno esposte dal Pentagono sugli  oggetti volanti non identificati : Molte discussioni si sono svolte in particolare sugli oggetti fotografati e ripresi dai piloti della Marina Militare Americana  e divulgati (dopo essere trapelati da briefing militari) dal regista Corbell e dal giornalista Knapp .

Dalla scena sembra essersi offuscata la stella della TTSA (To the Stars Academy of Arts & Sciences ) mentre il suo collega Elizondo annuncia di una probabile coalizione internazionale di altri paesi esteri ( in realtà sarebbe una coalizione tra vari ufologi di alcuni paesi che pretenderebbero di essere gli unici divulgatori della verità , in Italia c’è già chi ha messo le mani avanti il solito noto, che però sia chiaro, non parla a nome della comunità ufologica Italiana, non ne ha mandato!) Queste foto mostrano uno strano oggetto che  la comunità ufologica  colloca tra oggetti di natura aliena , ma ne la Marina Militare ne il Pentagono hanno mai detto o confermato tali tesi, la stessa portavoce del Pentagono Susan Ghog  precisa che  i filmati sono stati dichiarati autentici  ma che il loro contenuto è ancora motivo di indagine, mai è stata rilasciata una dichiarazione sugli stessi e sulle loro capacità . Non è nemmeno un mistero che la preoccupazione  del Pentagono su eventuali minacce di sicurezza  siano responsabili i droni. La comparazione dell’oggetto  divulgato recentemente da Knapp e Corbell con quello di Gaza fa suggerire che possa trattarsi dello stesso oggetto e questo potrebbe spiegare  che l’oggetto ripreso dai piloti della Navy possa essere un drone (tattico?) Gli oggetti sono droni reali, probabilmente senza equipaggio. Manovrano in modi che vanno oltre i tipici aerei militari, anche le attuali imbarcazioni, ma non nella misura rivendicata dai testimoni. Le affermazioni dei testimoni sono veritiere, ma sbagliate ed esagerate dalla natura insolita(euforia) e dall’imprevisto della situazione. Sono molto probabilmente parte di un progetto di tecnologia avanzata classificato sviluppato nell’Area 51 da DARPA, Lockheed Skunkworks, Grumman Aerospace o da qualche altro appaltatore avanzato di difesa aerospaziale.Gli ufo  ripresi dai piloti potrebbero essere droni che stavano testando le loro capacità di operare contro una forza militare in un ambiente realistico sondando un ignaro gruppo tattico della USN a loro insaputa.

Gaza: alieni o no?

L’imminente rivelazione non sarà aliena. Probabilmente rilascerà alcune informazioni su alcune imbarcazioni in stato operativo o di sviluppo precedentemente classificate. Possono essere o meno il famoso Tic Tac o Ufo ghianda ecc . Potrebbe trattarsi di imbarcazioni precedenti che sono già state sviluppate, come qualsiasi altra cosa incontrate nel 1991. Qualcosa come l’X-43 Waverider.Ricordate, l’F-117 fu sviluppato anche nell’Area 51 e fu in realtà uno squadrone operativo per dieci anni prima di essere riconosciuto pubblicamente. Credo che esistano gli alieni? sì. Ma questa è  una mia credenza personale basata su quanto facilmente la vita sembra svilupparsi e diffondersi anche nelle condizioni più difficili e date le dimensioni dell’universo. Non importa quanto piccole probabilità tu dia alla vita, il fatto che sia successo almeno una volta (la Terra) associato con le dimensioni dell’universo, deve  essere successo anche in altre galassie . Se poi consideriamo che l’istituto tecnologico Giapponese ha sviluppato una macchina in grado di identificare forme biologiche  sviluppate non necessariamente rispettando il valore primario del carbonio come ad esempio è avvenuto sulla Terra. L’investigatore ufologo Angelo Maggioni conclude: ” sono anni che nei miei live continuo a dire che non vanno sottovalutate le varianti , che non necessariamente la vita si sviluppa osservando lo stesso processo evolutivo terrestre questo  ci porta a rivedere tutta la questione aliena (almeno per coloro che come me amano il connubio ufologia scienza e non ufologia fantascienza), quello a Gaza dunque è molto probabilmente un drone e la sua somiglianza con quello fotografato dai piloti della Marina USA  potrebbe collocarlo come drone bellico o tattico.   Qui il video   © La torre di Gaza abbattuta da Israele monitorata da entità aliene? – YouTube    

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close