Società

I “Fratelli Noir” ed il “Metodo Gangemi”

Daniele Gangemi, regista, sceneggiatore e direttore della fotografia classe ‘80 e nato a Catania, negli ultimi mesi è tra i nomi più ricorrenti ed in vista del panorama cinematografico indipendente internazionale , come attestato anche dal divertente e prestigioso STARmeter dell’Internet Movie Database, la speciale classifica stilata ogni settimana appunto dallo staf dell’ IMDB sulla popolarità delle celebrità di tutto il mondo del cinema, che lo ha visto posizionarsi, da fiero autore indipendente, anche tra le prime 70 mila posizioni, contendendosi l’ambito risultato non solo con gli addetti ai lavori e gli attori cinematografici del mondo indipendente, ma anche con quelli del più pubblicizzato mondo delle Major.

Gangemi deve il suo recente successo anche all’intuizione di aver preso il classico ed intramontabile genere noir ed averlo   virato, con mano decisa e la sicurezza dei maestri, verso la commedia, senza perdere il suo sguardo elegante, autoriale e visionario, così come ormai ci ha piacevolmente abituato negli anni.

Il risultato è stato la ormai cult Puntata Pilota dei “Fratelli Noir”, prodotta da Isabella Arnaud ed Andrea Salomon per CINEDANCE, che vede come protagonisti finalmente due volti nuovi nello stantio panorama dello spettacolo italiano, gli istrionici François Turrisi e Renato Zapato, trasformati da Gangemi nella vincente e convincente coppia dei “Fratelli Noir”.

“Che fosse destinata a grandi risultati, questa Puntata Pilota, si è capito da subito”, dichiara Gangemi senza scomporsi e tronando per noi indietro con la memoria, “prima del lancio ufficilae del 30 ottobre infatti erano già arrivate le prime due “Official Selection” da oltre oceano…”.

Il percorso dei “Fratelli Noir” ad oggi è stato in effetti da record, diventando la Puntata Pilota della storia ad avere ricevuto nei primi sei mesi dal lancio il maggior numero di “Official Selection” da parte di festival cinematografici internazionali accreditati, ben 45, ed il maggior numero di riconoscimenti (ben 19).

Un traguardo che si deve ad un approccio al lavore metodico e maniacale da parte di Gangemi, che per l’occasione ha scelto attori straordianari come Aldo Toscano, protagonista di puntata, Egle DoriaFrancesca AgatePlinio MilazzoMyriam RapisardiKetty D’Agosta e, per la prima volta sullo schermo, Santi Sergio Falsone (fratello della già affermata attrice Tea Falco, ultima Musa del compianto Maestro Bertolucci), oltre ad un cast tecnico d’eccezione composto da  Salvo Bruno Dub come Compositore, Bruno Ventura come Sound Designer e Mixatore , Alessandro La Fauci come D.O.P. e Colorist, Luca Carrera come Montatore,  Caterina Maria Grillo come Fonico di Presa Diretta e Coordinatrice di Produzione, Arsinoe Delacroix come Organizzatrice, Andrea Salomon come Scenografa, Anna Scordio come Arredatrice, Debora Privitera come Costumista, Antonella Muzzetta come Truccatrice, Salvatore Di Bella come Acconciatore, Fabio Fagone come Realizzatore della Sigla iniziale e Lorenzo Scandurra come Realizzatore della Locandina Ufficiale.

Difficile dire quale sia il  vero segreto di Gangemi, che del resto già nel 2009, quando tornò da Houston con il premio per la “Migliore Opera Prima” assegnato al suo poetico ed onirico “Una notte blu cobalto” dalla prestigiosissima e severissima giuria del 42º World-Fest Houston International Film Festival (il più antico festival indipendente di cinema al mondo, che negli anni ha scoperto maestri come Steven SpielbergGeorge LucasAng LeeRidley ScottRobert RodriguezFratelli CoenSpike LeeOliver Stone e David Lynch, assegnandogli il loro primo riconoscimento cinematografico),o più recentemente, dal 2018, con l’esperienza straordinaria di Ideatore, Fondatore e Direttore Artistico del Militello Independent Film Fest (MIFF), ci ha fatto vedere con i nostri occhi come ancora oggi il Cinema possa signifare Magia e capacità di farci sognare, e quanto effettivamente possa funzionare ed dimostrarsi vincente, per quanto ancora ad oggi misterioso, quello che i giornali hanno ribattezzato da subito “Il Metodo Gangemi”.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close