Salute

Console: piene di virus?

Serate e talvolta giornate intere alla console o al PC da gaming: cci siamo mai chiesti dell’igiene? Che sia per giocare all’ultimo capitolo di Call of Duty o di Resident Evil, al più recente J-RPG o per provare qualcosa di diverso come come qualche titolo indie, è fuori discussione che le vostre mani si poseranno spesso su joypad, tastiera, mouse e joycon. Ma siamo davvero sicuri che le nostre amate postazioni da gaming siano pulite?

PC e console peggio di una tavoletta del water?


A dare una risposta approfondita tramite una ricerca dettagliata con tanto di infografiche esaustive (tra cui una immancabile Sony vs Microsoft anche in questo particolare campo…) ci ha pensato il Blog l’Insider che ha preso in considerazione le quattro principali piattaforme di gioco attualmente sul mercato: le console Playstation, quelle Xbox, l’ibrida Switch di casa Nintendo e i PC Windows 10 pensati per il gaming.

I risultati sono inizialmente davvero scioccanti: al di là delle piccole differenze tra una console e l’altra, emerge chiaramente che sulle macchine da gioco e le relative periferiche ci sono innumerevoli colonie di batteri un numero decisamente più significativo rispetto che ad una tavoletta standard di un water!

A questo punto però è opportuno sottolineare come nella maggior parte dei casi i batteri non causino alcun problema alla salute degli esseri umani. E’ infatti opportuno sottolineare come ad esempio su un tavolo da cucina dove si fanno colazione, pranzo e cena, i batteri presenti sono decisamente più numerosi che su di un dualsense di una Playstation 5 o sul touch screen di una Nintendo Switch ma, visto anche il nuovo “problema” che si è venuto a creare con la pandemia globale iniziata nel 2020, non è neppure opportuno minimizzare la questione. 

L’articolo sopra citato dunque consiglia caldamente di effettuare una operazione di pulizia di console e periferiche almeno una volta alla settimana con tutte le precauzioni del caso sia per la nostra incolumità che per tutti i nostri amati dispositivi e quindi troverete i consigli su quali strumenti utilizzare per effettuare il tutto nel modo migliore possibile.

I batteri amano… il mouse!


Nella classifica dei dispositivi “più amati dai batteri” probabilmente non sorprende più di tanto trovare in prima posizione il mouse. Ci sono due ragioni principali di questo primato: la prima è che il mouse non si utilizza solo per giocare e dunque per quanto utilizzeremo massicciamente questo dispositivo per giocare, ci effettueremo anche altre operazioni come navigare, utilizzare applicativi, controllare la posta elettronica e molto altro ancora.

La seconda ragione è di tipo “ergonomico” visto che rispetto ad un pad o ad un joycon la superficie di mano che va ad impugnare il mouse è decisamente più ampia e dunque c’è un maggior passaggio di batteri dal proprio corpo al dispositivo.

Rimane il fatto che oltre alla pulizia dei dispositivi lavarsi le mani dopo essere usciti e prima di giocare è indubbiamente una eccellente operazione di prevenzione per tenere più pulite e meno “batteriche” le nostre console. 

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close