Un mare di ricette

La zuppa di pesce, la nostra ricetta romana

La zuppa di pesce è uno dei piatti caratteristici della cucina italiana. Le varianti della zuppa di pesce sono infinite.

La zuppa di pesce, la nostra ricetta romana

Lungo le coste del Mare Adriatico è tradizione cucinare il brodetto, o brodeto, mentre in Toscana è molto apprezzata la versione di Livorno.

Noi abbiamo seguito la ricetta di una nostra lettrice romana.

La zuppa di pesce, la ricetta


Ecco come preparare il nostro primo di mare secondo una ricetta romana.

Ingredienti:
200 grammi di seppie
500 grammi di cozze
Sale
Olio extra vergine d’oliva
Prezzemolo
4 triglie
2 scorfani piccoli
2 gallinelle
Pane raffermo
400 grammi di pomodori pelati
1 spicchio d’aglio

Mondiamo le gallinelle, le triglie e gli scorfani, squamandoli ed eliminando le interiora. Laviamo bene, rimuoviamo le teste e tagliamo a pezzi. Per le seppie togliamo le interiora ed il becco; laviamole con cura in modo da eliminare la sabbia. Le sacche col nero si possono aggiungere alla zuppa, in cottura, oppure tenere per altre preparazioni.

Puliamo le cozze, eliminando il bisso e le incrostazioni. Trasferiamo le cozze in una padella antiaderente e senza condimenti; accendiamo il fuoco e mettiamo il coperchio. Via via che si schiudono, preleviamole e sgusciamole. L’acqua delle cozze deve essere filtrata con più volte con un colino a maglie fini e tenuta da parte.

Tritiamo la cipolla e mettiamo a soffriggere in abbondante olio con l’aglio intero. Uniamo i pomodori scolati e tagliati a pezzettoni; dopo qualche minuto si aggiungono le seppie affettate.

Giriamo e bagniamo con una parte dell’acqua delle cozze; cuociamo per circa 15 minuti  e poi mettiamo gli scorfani, le gallinelle e le triglie. Cuociamo ancora per circa 10 minuti. Tostiamo il pane in una padella antiaderente o nel forno per pochi minuti.

Spegniamo il gas; solitamente la zuppa non necessita di sale perché la sapida arriva sia dal pesce che dall’acqua delle cozze.

Condiamo col prezzemolo tritato, con un filo d’olio e con il pane tostato.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close