Rubriche

Halloween, le curiosità ed i piatti tipici

Halloween e le curiosità della notte più spaventosa dell’anno. Alla scoperta della festa del 31 ottobre.

Halloween e le curiosità

Il termine Halloween potrebbe derivare dall’inglese arcaico All hallows eve day, ossia vigilia di tutti i santi.

E’ una festa di origine celtica che si fa risalire ad antichi riti pagani. L’ultimo giorno di ottobre, per i celti, coincideva con la fine dell’anno ed il primo novembre si celebrava il capodanno. Tale ricorrenza coincideva con il ciclo delle stagioni e con l’avvio della stagione fredda.

Si trattava di una notte magica durante la quale si credeva che i morti tornassero sulla terra. Per allontanare gli spiriti si indossavano maschere mostruose e pelli d’animale.

Negli Usa è molto viva l’usanza di “dolcetto o scherzetto” che prende origine da una consuetudine pagana. I bambini, con indosso simpatici costumi, si recano dai vicini per avere caramelle e dolcetti.

Gli antichi celti, in questa notte, erano soliti girovagare da villaggio in villaggio. Con la diffusione del cristianesimo, si impone l’usanza di andare per le case e, in cambio di preghiere per i defunti, ricevere del cibo.

Cibi tradizionali del 31 ottobre

Per festeggiare l’ultimo giorno di ottobre si preparano molti piatti particolari.

In Irlanda si prepara il colcannon, con patate e verze. E’ una pietanza povera e genuina, cucinata impiegando tipici ingredienti di stagione che, solitamente, si serve con della carne.

Invece, la pumpkin pie, ossia la torta di zucca è un dolce americano, preparato anche per il ringraziamento.

Molto conosciute anche le mele stregate che devono essere obbligatoriamente rosse. Sono chiamate così perché vengono passate in uno sciroppo di zucchero aromatizzato alla cannella e poi infilate in uno stuzzicadenti, così da diventare un dolce da passeggio.

Ad Halloween, nel Regno Unito, si cucinano anche muffin alla zucca, spesso arricchiti con del cioccolato, e le soul cake.

Le torte dell’anima, è questa la traduzione in italiano, devono il loro nome al fatto che si regalavano ai questuanti del giorno dei santi. Sono tortine morbide sulla cui superficie è incisa una croce.

Un’altra delizia di questi giorni è il pumpkin bread, un pane dolce alla zucca.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy