Sport

Salto ostacoli e allevamento: a Tanca Regia (Abbasanta) Cloes e Contestatrice vincono la Combinata della Vetrina d’Elite

La cavalla di tre anni Cloes concede il bis e dopo il 59° Premio Regionale Sardo vince anche la Combinata-Salto in Libertà nella manifestazione “Cavalli di Sardegna-Vetrina d’Elite dell’allevamento sardo” con un montepremi di poco inferiore ai 50 mila euro messo a disposizione dalla Regione Sardegna. L’evento organizzato dall’Agris-Servizio Ricerca per la Qualità e Valorizzazione delle Produzioni Equine, in collaborazione con Anacaad, è stato inserito tra le due tappe del Sardegna Jumping Tour, il Concorso nazionale A6 stelle curato da Agris e Fise Sardegna.
Il maltempo dell’ultima giornata ha costretto a premiazioni senza i cavalli, ma non ha inficiato la prova del salto in libertà dei tre anni.Cloes, sella italiano allevata da Raffaele Mulas di Capoterra e presentata da Pietro Arba ha totalizzato il punteggio maggiore nella somma delle prove di morfologia, andature e obbedienza e salto in libertà, il salto senza cavaliere. Nell’impianto Agris di Tanca Regia (Abbasanta) il miglior anglo-arabo di tre anni nella sezione III è risultato Contestatrice, saura allevata da Maurizio Carboni, di proprietà di Simone Desogus e presentata sempre da Pietro Arba. Nelle sezioni I e II successo per Corsicana, allevata da Antonietta Pala e presentata da Riccardo Dettori.
Per il salto in libertà dei tre anni vittorie di Crussel (allevato da Raffaele Galleri e presentato da Stefano Cossu) per il sella italiano, di Caio Sitte (allevato da Riccardo Dettori, di proprietà di Laura Fodde e presentato da Laura Elisa Mombelli), e Cin Cin (allevato da Sebastiano Fais, di proprietà di Francesco Siccu e presentato da Salvatore Carta per gli anglo-arabi della III e I-II sezione.
Sardegna Jumping Tour – Venerdì con inizio alle 9 si disputano la C130 a tempo e la C135 mista. Sabato (stesso orario d’inizio) la C130 Derby Tab C, la C135 e la C140 a fasi consecutive.Domenica tre gare valevoli per la qualificazione alla finale di Verona, tutte a tempo: la C115, la C120 e la C135. Di pomeriggio il clou col Gran Premio a due manches C145/150. Il cavaliere da battere è Gianno Govoni, che si è imposto su Gitte nel primo Gran Premio dello scorso weekend. Provano a detronizzarlo Simone Coata, Christian Fioravanti, Urlich Kirchhoff, Gianleonardo Murruzzu e Giovanni Carboni, ma non si escludono sorprese tra gli altri cavalieri e amazzoni continentali e sardi.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close