Un mare di ricette

Ceci in umido, la ricetta vegetariana di autunno

I ceci in umido, una squisita ricetta vegetariana. Un piatto della cultura contadina, semplice e genuino.

Ceci in umido, la ricetta vegetariana di autunno

Appartenenti alla famiglia dei legumi, i ceci contengono buone percentuali di fibre. Apportano vitamine del gruppo B, vitamina A, proteine, folati e pochi grassi. Invece, sono una fonte di omega 3, utili per tenere evitare pericolosi picchi di colesterolo cattivo.

Contengono potassio, fosforo, calcio, ferro, magnesio e sono privi di colesterolo. I ceci contrastano la stitichezza, saziano a lungo e possono aiutare a ridurre i valori di colesterolo.

In commercio si trovano freschi, durante l’estate, essiccati, in lattina oppure sotto forma di farina. I ceci secchi hanno sempre bisogno di un ammollo di, circa, 12 ore.

La nostra ricetta vegetariana di autunno


Ecco come preparare il nostro primo piatto della cucina contadina.

Ingredienti:
400 grammi di ceci italiani secchi
1 foglia di alloro
1 cipolla bianca piccola
Sale
1 carota
Olio extra vergine d’oliva
250 grammi di pomodori pelati
Sedano, una costa

Mettiamo i ceci su un vassoio e controlliamo che non vi siano impurità; eliminiamo anche tutti i legumi spezzati. Successivamente, sciacquiamoli bene e trasferiamoli in una bacinella  ampia. Copriamoli di acqua fredda. Il tempo di ammollo è di circa 12 ore.

Scoliamo i ceci, buttiamo l’acqua di ammollo e l’alloro, poi laviamoli velocemente. Mettiamoli in una pentola con una foglia di alloro, copriamo di acqua e facciamo cuocere per circa un’ora e mezzo.

Nel frattempo tritiamo la cipolla, la carota ed il sedano. In una pentola mettiamo abbondante olio, l’aglio schiacciato e il trito di ortaggi. Facciamo soffriggere e dopo qualche minuto aggiungiamo i pomodori pelati con il loro succo e schiacciamoli con una forchetta. Mettiamo il coperchio, abbassiamo la fiamma e cuociamo per circa 10 minuti. Aggiungiamo i ceci ben scolati, il rosmarino e proseguiamo la cottura.

Dopo venti minuti saliamo e spegniamo; condiamo con un giro d’olio e serviamo.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close