Società

Premio Federico Maggia 2022

Manca un mese alla cerimonia di proclamazione del vincitore del Premio Federico Maggia, che si terrà il 16 giugno 2022 a Biella sotto la conduzione del giornalista Mario Calabresi. Il premio, giunto alla ottava edizione, quarta nazionale, è stato bandito da Fondazione Sella con gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Biella, ed è dedicato alla memoria dell’ingegnere architetto biellese Federico Maggia.

dieci gruppi di finalisti, che hanno progettato piccole architetture che rispondono al tema di questa edizione, “Imparare dal territorio. Giovani progettisti fabbricano spazi di conoscenza” formazione diffusa e apprendimento dal territorio, stanno ora portando avanti i lavori sul territorio biellese, coinvolgendo i cittadini attraverso alcuni workshop di costruzione e avviando campagne di raccolta fondi tramite piattaforme di crowdfunding.

I workshop in partenza sono: “Landgate – Workshop di costruzione” promosso dal gruppo 3 (Giona Carlotto, Giacomo Premoli, Blendi Vishkurti, Edoardo Zamberlan) che lavora al Lanificio Maurizio Sella nell’area giardino delle fabbriche e “Atto I, workshop di costruzione” promosso dal gruppo 4 (Monica Galeotti, Giovanni Garrisi, Marco Iembo e Elyas Abanoub Roshdi del Collettivo ctrl+S) che lavora alla Villa Era di Vigliano biellese, nell’area anfiteatro delle vigne.

Landgate è diviso in 2 fasi. Nella prima fase (13,14, 15, 16 maggio 2022) il workshop verterà sulla costruzione di strutture in legno. Nella seconda fase (21, 22, 23 maggio 2022) si procederà al montaggio della tela in lana (con la collaborazione di Marzotto Group) e al montaggio del sistema di illuminazione (con la collaborazione di L&L Luce&Light).

Per info e candidature al workshop Landgate scrivere a: giona.carlotto@gmail.com.

Atto I è un workshop di auto-costruzione e si terrà invece domenica 15 maggio e domenica 22 maggio 2022. Il workshop è aperto a 5 giovani candidati/e curiosi di apprendere attraverso attività manuali. I partecipanti saranno supervisionati dal gruppo di architetti che fornirà indicazioni e nozioni garantendo il rispetto della sicurezza. Durante le due giornate, i ragazzi aiuteranno il gruppo di progettisti ad allestire il padiglione eseguendo mansioni come: assemblaggio di elementi per arredo, verniciatura della facciata e ideazione di piccole scenografie. Oltre ad essere un momento di apprendimento informale, sarà occasione per conoscere la dimora storica e il vigneto adiacente di origine medievale.

Per partecipare al workshop Atto Ipolobibliotecario.biella.it Per info e candidature scrivere a: ciao@collettivoctrls.com

Il Premio Federico Maggia 2022, in collaborazione con Banca Patrimoni Sella & C., main sponsor del Premio, nel mese di marzo ha affiancato i gruppi per l’avvio di azioni di autofinanziamento con campagne di crowdfunding.

gruppi 7 (Rodolfo Morandi e Giacomo Schiavon dello studio AACM) e 9 (Riccardo Simioni, Giacomo Attrotto, Arianna Montinaro e Oreste Montinaro del collettivo HPO e dello studio di progettazione multidisciplinare PLAM Creative Studio) lavorando sulla stessa porzione di territorio, la Scuola Primaria di Biella Cossila, hanno deciso di affrontare insieme la sfida del crowdfunding sfruttando la piattaforma Planbee.bz con l’obiettivo di unire architettura, pedagogia e ambiente, verso un nuovo modello educativo con la natura al centro nel progetto Didattica OutdoorQui i video di presentazione delle attività svolte con la scuola. Tale scelta consente di fornire un supporto alla didattica esistente con la possibilità di diffondere un nuovo modello architettonico-educativo basato sulla realizzazione di dispositivi che diventino cardine di una ricerca espandibile ed esportabile ad altre scale ed in altri contesti. di seguito il link alla campagna di crowdfunding planbee.bz.

Il gruppo 8 invece (Giuseppe Pappadà, Linda Verzeletti e Gino Orlando) riuniti sotto il nome di arch3tipo, Architecture Research Atelier, si è servito della piattaforma Eppela per raccogliere i fondi necessari per la realizzazione del manufatto per il giardino che affaccia sull’area di ingresso/piazzale di Cittadellarte Fondazione Pistoletto. Il manufatto si pone l’obiettivo di rendere manifeste – da cui il titolo MANIFESTO – tutte quelle relazioni consolidate nel tempo fra Territorio e Architettura, consentendo all’utente di apprendere tramite un’esperienza attiva. Propongono dunque un dispositivo educativo che insegni a leggere la morfologia dei luoghi e che consenta non solo di acquisire conoscenza del territorio di Biella, ma anche di fare propri tutti quegli elementi ricorrenti che caratterizzano e strutturano le città e gli spazi di vita quotidiani. Di seguito il link alla campagna di crowdfunding eppela.com/projects/8377

Infine il gruppo 6 (Agosti Marco, Floris Simone, Marini Michele, Masiero Riccardo del collettivo mò·le) a cui è stato assegnato il compito di mettere a punto dei dispositivi utili a migliorare la fruizione e percezione degli spazi esterni della casa canonica del piccolo paese di Campiglia Cervo (Biella), costituiti da una corte minerale e da un giardino naturale situato tra la casa canonica e il fiume Cervo. La Canonica di Campiglia Cervo è uno dei cuori pulsanti della Bürsch (l’alta valle del cervo) ed è il punto di incrocio tra la componente religiosa storica e civica della valle. Nella stagione estiva grazie ai percorsi naturali e ad eventi come la Bürsch in Festival 2022, si riscopriranno i luoghi della alta valle, tra cui anche la corte della casa parrocchiale. L’intervento Valìt abitante della Bürsch), installato nel cortile della canonica, agisce contemporaneamente da dispositivo scenico per gli eventi della stagione estiva e da catalizzatore per la scoperta dei luoghi.In un’ottica di riscoperta e di rigenerazione dei significati di questi luoghi, il progetto è stato studiato per diventare un dispositivo estremamente flessibile al servizio della comunità locale per diversi usi. Quest’estate la Canonica diventerà luogo di scambio culturale e di incontro, il progetto vuole lanciare una sfida e mostrare le iniziative estive come un primo atto di una serie di processi di riappropriazione di questi luoghi. 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy