AmbienteCultura e gastronomiaMedit...errando

Presentato ad Albenga “Cuore di lupo” di Raffaella Verga


ALBENGA- Nella “Città delle Torri” l’affermata scrittrice ingauna Raffaella Verga ha presentato al pubblico il suo ultimo romanzo. Nell’accogliente Parco Giardino della Casa di Cura San Michele della famiglia Nante l’autrice è stata presentata ed intervistata da Ester Bozzano. A presentare tutti i protagonisti della serata è stato lo stesso padrone di casa l’ esimio Professor Nicola Nante; successivamente la professoressa Giulia Isnardi ha letto alcuni brani del romanzo e Pier Franco Quaglieni ha tirato le conclusioni. Raffaella Verga, scrittrice e sceneggiatrice albenganese, aveva esordito con il suo primo racconto lungo “Storia di un’altra donna” (Firenze libri) nel 1998, pubblicando il suo primo romanzo “Con gli occhi degli altri” nel 2008, mentre è nel 2010, con il suo secondo romanzo, “Etichette nere per il bene e il male”, che ha iniziato la sua collaborazione con l’editore Albatros. La serata di presentazione del nuovo libro è stata organizzata dal Gruppo Albatros-Il Filo, con la collaborazione dell’ Unitre Comprensoriale Ingauna, guidata da Gustavo Ravera, del Centro Pannunzio e della benemerita famiglia Nante che ha ospitato l’evento nel Parco della sua splendida Casa di Cura. Il volume in questione, “Cuore di Lupo”, sta ottenendo un grande successo: per la Verga si tratta della ottava pubblicazione. Ambientato a Limone Piemonte, è un thriller ambientalista che mette in scena la vera natura dell’uomo, capace tanto di grandi cose quanto delle azioni più aberranti. Il giallo si dipana fra le strade del paesino e sulle sue meravigliose montagne delle Alpi Marittime, fra colpi di scena, suspence ed incidenti. “Sono felicissima di questa mia nuova pubblicazione- dice la Verga- E il mio ottavo romanzo, il secondo di genere ecologico e lo dedico a mio marito Giorgio, ispiratore e compagno di vita”. Il marito è il noto regista e sceneggiatore Giorgio Molteni, autore del celebre “Aurelia” e di molti altri film di successo come “Oggetti smarriti” e “Come ti vorrei”. Raffella Verga sta raccogliendo negli ultimi tempi il frutto di un grande lavoro: “E’ un periodo molto proficuo- prosegue la Verga- per la mia carriera artistica sto raccogliendo i frutti di tato lavoro appassionato, in special modo con i numerosi riconoscimenti per il docufilm “La bella gioventù”. La pellicola sta riscuotendo il favore delle giurie dei festival internazionali a cui è stata iscritta”. Per inciso il docufilm ha ottenuto premi assoluti nelle importanti rassegne cinematografiche di Toronto, New York, Madrid, Austin, New Orleans e Palermo ed eccezionali nomination anche ad Atlanta, Miami, Seattle ed Hollywood. In somma per la scrittrice ingauna, che vive a Loano, una carriera di grandi soddisfazioni: “La gioia maggiore- conclude la scrittrice- è però arrivata poco tempo fa da Roma, con la consegna del Rome International Movie Award, per il miglior documentario del mondo”. “Cuore di Lupo”, ultima fatica letteraria della scrittrice, sta ottenendo un notevole successo non solo di critica, ma anche di pubblico.
CLAUDIO ALMANZI
.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy