Sport

TENNISTAVOLO NORBELLO – Passaggio al terzo turno di Europe Cup, domenica a casa della Bagnolese

La trasferta in casa dell’ASV TT Südtirol, società ospitante, era stata preparata con cura, ma gli imprevisti vanno sempre presi in grande considerazione perché ..capitano. E infatti la forte giocatrice polacca Magdalena Sylwia Sikorska deve abdicare per stato influenzale ingestibile dell’ultim’ora. Rimangono la romena Alina Georgiana Zaharia e Veronica Mosconi, pronte ad accogliere a braccia aperte Eleonora Trudu che con la sua secolare disponibilità nelle vicende norbellesche ci mette una pezza grandiosa, a costo di essere bombardata da affermatissime super campionesse, ma consapevole di essere una preziosa consigliera terapeutica nella gestione dello spogliatoio. E infatti si ritrova a sollevare l’umore delle compagne a loro volta prese a sassate da un Panathinaikos sorretto dall’ex giallo blu Katerina Toliou, che non lascia un set né ad Alina, né a Veronica. Ma la romena, nel secondo singolare era riuscita ad imporsi su Konstantina Paridi.

Il pomeriggio e la notte portano i consigli pratici del tecnico Domenico Colucci che intuisce come, con il massimo impegno, la qualificazione si possa ottenere. E la prestazione dell’indomani, contro il club spagnolo Leka Enea Irun, che nel mentre ha superato la formazione ellenica, è l’opposta di quella precedente. Alina soccombe nella prima frazione contro la sua connazionale Iona Tecla, e poi inanella tre parziali inequivocabili. La prova della verità, sull’1-1, giunge con due sfide che si chiudono al tiebreak. Veronica si supera con Angela Rodriguez, Alina mette la museruola alla hongkonghese Tze Wing Mak. È tutto vero, con la forza di volontà si cambia anche il mondo.

LE ANALISI DI DOMENICO COLUCCI

L’approdo ai quarti di finale riempie tutti di gioia, in particolar modo l’allenatore Domenico Colucci: “Abbiamo raggiunto un altro grandissimo risultato dopo l’esperienza a Bratislava – dice – e ora siamo tra le migliori otto del continente”.

Un team affiatato..

Sono contentissimo ed orgoglioso del risultato raggiunto dalle ragazze. Tutte hanno dato il loro contributo, compresa Eleonora Trudu che pur non potendo dire la sua in campo perché si è trovata di fronte giocatrici fuori dalla sua portata, è stata impeccabile a livello di supporto e la ringrazio per la sua disponibilità.

Siete partite male

Con un pizzico di attenzione in più avremmo potuto dire la nostra anche contro le ragazze provenienti da Atene. Forse Alina è entrata troppo sicura davanti ad una Toliou in gran forma che ha terminato il concentramento imbattuta. Alla sorpresa di vedersi davanti una avversaria così agguerrita si è aggiunta l’incapacità di lottare e di capovolgere una partita cominciata male.

Avevi tempo per rimediare la situazione

Dopo ho parlato tanto con lei, la sera siamo andate a vedere il match tra il team greco e l’Irun per osservare meglio il livello della squadra spagnola. Avevo in mente di girare la formazione e dopo la vittoria delle iberiche non ho avuto dubbi e ho inserito Zaharia n. 1 e Mosconi n. 3. Ho chiesto ad Alina una prestazione sopra le righe anche perché l’atleta di Hong Kong non ama giocare con le difese e l’ha dimostrato perdendo nettamente con la Toliou.

Hai parlato pure con Veronica?

Certo, anche perché la sua avversaria, Rodriguez, la conoscevo bene dagli Europei di singolo a Monaco dove ha sfiorato la qualificazione al tabellone principale e tra l’altro il giorno prima aveva battuto la Paridi. Alina e Veronica sono state fantastiche, la tensione era altissima ma è stato ancor più bello vincere.

 VERONICA MOSCONI PRONTA AD ALTRI EXPLOIT

La campionessa di Lumellogno è stanca ma felice dell’importante risultato. “Abbiamo rischiato girando la formazione e facendo giocare me come n.3 – racconta Veronica Mosconi – per puntare sui due punti di Alina; sapevamo che per passare dovevamo vincere al massimo 3-1.

Si sofferma sulle sue prestazioni: “Nella prima uscita non ho giocato bene perché con le difese faccio abbastanza fatica; peccato che Alina abbia perso con la Toliou perché di solito si trova bene con pongiste simili. Mi sarebbe piaciuto, sul 2-2, sfidare la Paridi: non la conosco ma sarà protagonista a Prato in A1; sarebbe stata una buona occasione per confrontarsi”.

Campionato Serie A1 Femminile – Girone Unico Nazionale
Prima giornata di andataDomenica 23 ottobre 2022Ore 17:00
Sede di GiocoPalestra Scuole medie – via Matteotti, 23 Bagnolo S. Vito (MN)
Paninolab Bagnolese A.S.D.Tennistavolo Norbello  

LA SAGA DELLE EX

Il team vice campione d’Italia e il club del centro Sardegna hanno tanto in comune. A Bagnolo S. Vito si è trasferita mamma Giulia Cavalli (n. 16 d’Italia) che tante emozioni ha regalato ai tifosi giallo blu. Come del resto il tecnico slovacco Olga Dzelinska, protagonista nei primi due campionati di A1 del Tennistavolo Norbello. Ma dal centro mantovano sono arrivate nell’isola Alina Georgiana Zaharia e Veronica Mosconi (n. 11). Le padrone di casa si sono irrobustite con la cinese n. 58 del mondo Mo Zhang, la romena Roxana Ana-Maria Istrate, la slovacca Ema Labosova. In più continua a dare il suo greve contributo l’italo cinese Tian Jing (n. 4).

“Speriamo in una pronta guarigione di Magda Sikorska – aggiunge Domenico Colucci – perché vorrei cominciare il campionato con una formazione forte. In sua assenza cercheremo comunque di entrare in campo con un assetto competitiva. Iniziare col piede giusto è fondamentale in un livello altissimo dove può succedere di tutto. Il morale sarà alto, e abbiamo tempo anche per recuperare energie fisiche, non abbiamo scuse e si va per cominciare la A1 alla grande”.

Interviene di nuovo Veronica: “Cercheremo di fare il miglior risultato possibile, non sarà facile per me giocare contro di loro essendo stata per parecchi anni a Bagnolo, ma sono fiduciosa di poter fare bene”.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy