19 marzo, San Giuseppe

dolceDomenica 19 marzo è San Giuseppe e la festa del papà. San Giuseppe, padre putativo di Gesù e sposo di Maria, è il protettore dei falegnami, dei lavoratori, degli agonizzanti e dei bisognosi. San Giuseppe è invocato per trovare un impiego ma anche per ottenere una buona morte. E’ un personaggio di grande umanità e compassione che ha saputo accettare la volontà di Dio senza opporsi.

Nel nostro Paese, la ricorrenza di San Giuseppe è molto amata ed è associata ad antiche tradizioni rispettate ancora oggi. In alcune regioni è consuetudine accendere grandi falò mentre in altre, soprattutto in Puglia e Sicilia, si organizzano grandi tavolate alle quali partecipano molti ospiti.

In tutta Italia, il 19 marzo, si assaporano pani particolari e molti dolci come i bignè, le zeppole di San Giuseppe e le frittelle di riso.

I festeggiamenti di San Giuseppe si richiamano anche ad antichi riti agrari che, proprio in questo giorno, salutavano la fine del freddo inverno con la ripresa dei lavori nei campi. Più recente, invece la storia della festa del papà, che nasce negli Usa agli inizi del XIX secolo. La signora Sonora Dodds ha istituito questa festa per ricordare il padre, militare ed affettuoso genitore di sei figli.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *