Medit...errando

Pasqua in Liguria tra riti ed antichi sapori

Proporre il weekend di Pasqua in Liguria, sarebbe una proposta interessante. Sono tanti gli eventi e gli appuntamenti nel periodo pasquale.

Tellaro

Partendo dalle Cinque Terre, perché non godersi una passeggiata  sulla via dell’amore o i sentieri del Parco omonimo. Si può arrivare in auto, ma col treno si apprezza di più la bellezza della costa e dei celebri borghi sul mare. Ma la bellezza non si limita solo all’estremo levante;  vale la pena scoprire quelle di Portovenere, Lerici, Fiascherino e Tellaro. Chi volesse continuare,  può essere Moneglia, che a Pasquetta propone la mostra-mercato dell’olio d’oliva, con possibilità di degustazione di olio, focaccia e piatti liguri, accompagnati da vino bianco locale nostrano. Oppure Sestri Levante, dove, se il tempo lo permette, si può anche andare in spiaggia. A Chiavari il sabato e la domenica di Pasqua c’è il mercatino dei sapori e delle tradizioni in Via Rivarola e Piazza della Torre, mentre a Rapallo vi aspetta Pasqua in Fiore, addobbo floreale della città e manifestazioni nel centro storico.

Portofino

La località più rinomata da vedere del golfo del Tigullio è senz’altro Portofino. Visto l’off limit per le auto, è consigliabile arrivare in battello  imbarcandosi a S. Margherita e per chi ama camminare e volesse estasiarsi ammirando gli scorci mozzafiato dell’omonimo Parco, c’è un’escursione guidata a Pasquetta, combinandola anche con una gita in battello a San Fruttuoso, una delle insenature più belle, con le tombe dei Doria e l’antica Abbazia del XIII sec. Già che la partenza è dal porto di Camogli, perché non fare colazione sul lungomare con la focaccia di Tino Revello.

Procedendo a ponente, si può fare sosta a S. Margherita dove la Pro Loco

Caruggio

ha organizzato la manifestazione “L’Erba Persa”, mostra mercato dedicata a piante e fiori, immersa nel bel parco di Villa Durazzo. Due passi troviamo Recco. Il lunedì pomeriggio si può raggiungere la collina di Megli, dove si può far merenda alla sagra della focaccetta col formaggio, variante della celebre focaccia recchese, un guanciale di pasta farcito con lo stracchino. Si potrebbe abbinare un itinerario gastronomico con Genova e visitare l’Acquario, Boccadasse e i caruggi. Se ci spostiamo nell’entroterra, a S. Stefano d’Aveto, si può partecipare, per tutta la giornata di Pasquetta, ad un’escursione guidata nell’area protetta del Parco Naturale Regionale della val D’Aveto.

Passando nel ponente ligure, a Celle L., il periodo pasquale sarà l’occasione per vivere giorni di musica, ritmi, suoni, animazioni per bambini alla mostra mercato di prodotti tipici ed artigianato. A Savona, il venerdì, avrà luogo la biennale, dove sfileranno le varie confraternite e le preziose statue lignee.  Ad Albenga, invece, vi sarà la manifestazioni Fior

Parco delle Sculture

d’Albenga; mentre ad Alassio  Ceriale e Borghetto S. Spirito, vengono organizzate spettacoli di animazione per i bambini e la festa degli aquiloni. Se volete un picnic di Pasquetta singolare, allora andate a Vendone, dove c’è il Parco delle Sculture di Rainer Kriester e vista sulla sull’isola della Gallinara.

L’imperiese offre anche tanti mercatini, vetrine abbellite con i disegni eseguiti dai bimbi delle scuole elementari a Diano Marina e naturalmente i fiori multicolori della mostra del geranio ad Arma di Taggia, nell’area adiacente ai giardini di Villa Bosell). Da non dimenticare i giardini di Villa Hambury, tappa obbligata di Ventimiglia.E pechè non mettere il fascino dei caruggi di Pigna a S. Remo e le atmosfere dell’entroterra con i paesi di Triora, Bussana e Dolceacqua, dove misticismo e forte senso delle tradizioni si fondono nella Settimana Santa. Questi ed altri  borghi tramandano, come prezioso patrimonio, processioni di penitenti incappucciati, repertori musicali medievali che mantengono forti sentimenti d’appartenenza e duelli profani tra il bene e il male, che da oltre cinquant’anni colorano la Pasqua campestre. Tra questi ricordiamo anche Ceriana, borgo millenario dal fascino incantato, si celebra la Settimana Santa attraverso i riti tramandati nei secoli grazie alle Confraternite del paese. A partire dal pomeriggio del Giovedì Santo, il suono di lunghi corni, ricavati dalla corteccia degli alberi di castagno, avvolti a spirale, dà il via alle celebrazioni della Settimana Santa. E’ possibile

Confraternite

assistere a una suggestiva processione delle quattro Confraternite cerianesi, con l’abito tradizionale e mantellina colorata: rossa (Santa Caterina), azzurra (Visitazione), verde (Santa Marta) e nera (o Misericordia, Sant’Andrea). Tutti gli appartenenti alle confraternite cantano in polifonia Miserere, Stabat Mater e Alma contempla, oltre ad alcune Laude che hanno origine pre-medievale e che sono state tramandate oralmente di generazione in generazione. I flagellanti partendo dal proprio Oratorio, percorrono tutto il paese lungo gli stretti caruggi raggiungendo in processione il Sepolcro allestito nella Chiesa parrocchiale di San Pietro e Paolo, sontuosamente infiorata. L’intensa partecipazione popolare, la suggestività dell’ambiente del borgo, la bellezza e il vigore dei canti corali fanno della Settimana Santa di Ceriana un evento irripetibile, coinvolgente e affascinante.

Montalto

Un borgo romantico è Montalto Ligure. Qui, nella notte tra il Giovedì e il Venerdì Santo, una schiera di uomini e ragazzi, al suono malinconico e lugubre di una tromba accompagnato da un tamburo e una grancassa, cantano per le vie del paese antiche nenie fino a tarda notte. Il Sabato Santo a Montalto vengono portate in processione, con grande partecipazione popolare, le statue di cartapesta che rappresentano le varie tappe della Via Crucis. Infine, perché non visitare il borgo di Balducco, museo a cielo aperto della ceramica e dei murales; qui, per Pasqua, si organizza lo Scotezzo, una sorta di duello in cui gli sfidanti si affrontano con uova. Vince il duellante che conserva integro fino alla fine il proprio uovo.

 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close