Società

La festa della donna, la storia dell’otto marzo

La festa della donna è una ricorrenza istituita agli inizi del XX secolo. L’8 marzo è la giornata scelta per la festa della donna.

La festa della donna, la storia

L’8 marzo ricorre la festa della donna. Si tratta di una giornata importante i cui scopi sono ricordare l’importanza sociale delle donne ed impegnarsi per la parità di genere.
La ricorrenza nasce agli inizi del XX secolo. E’ il partito socialista americano a volerla nel 1909. Bisogna aspettare l’anno seguente perché venga fissata una data definitiva ad opera del congresso internazionale socialista. Il motivo che spinge a scegliere l’8 marzo si rintraccia nel desiderio di ricordare le manifestazioni del 1917 delle donne russe.
La festa internazionale delle donne è riconosciuta e festeggiata in tutto il mondo.
Nel nostro Paese il simbolo per eccellenza dell’8 marzo sono le mimose. Nel 1947, le rappresentanti dell’Unione Italiana donne propendono per questo fiore primaverile e profumato. Da allora, per la festa della donna è consuetudine regalare un mazzetto di mimose.

La festa della donna, cosa fare

Sono tantissimi gli appuntamenti per l’occasione. Mostre, convegni, concerti ma anche feste ed eventi speciali.
Se vi trovate a Milanosabato 7 marzo è possibile visitare il duomo ed approfondire alcuni aspetti. In particolare, si potranno conoscere i profili delle donne che, in modi differenti, hanno legato la loro esistenza a questo edificio.
L’Università della Campania “Vanvitelli” per l’occasione ha istituito il “Career day” dal titolo “Il diritto è rosa, donne giuriste in carriera”.
In molte città, l’8 marzo vengono offerte visite mediche gratuite ed informative a tutte le donne.
Invece, se si desidera festeggiare a casa si possono addobbare gli ambienti con mimose, tulipani e rose gialle. Per la cena si possono preparare pietanze il cui colore richiami il simbolo di questa festa. Risotto alla milanese, vellutate di carote, fiori di zucca fritti e le uova ripiene sono soltanto alcuni esempi. A conclusione l’immancabile torta mimosa.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close