Medit...errando

Borgo Parrini, il borgo colorato della Sicilia

Borgo Parrini si trova in Sicilia, a Partinico. E’ un luogo magico, le cui case sono allegramente colorate e decorate.

Borgo Parrini

Borgo Parrini sorge a Partinico, in provincia di Palermo in Sicilia. E’ un luogo unico, conosciuto per i colori delle sue case. Le abitazioni sono decorate con disegni allegri e hanno tonalità brillanti che donano gioia e serenità. Borgo Parrini è unico ed il suo affascino attira turisti da tutto il mondo.

Borgo Parrini, la sua storia

I padri gesuiti del noviziato di Palermo, nel XVII secolo, decidono di comperare alcune terre in questa zona. Nel secolo successivo, l’agglomerato urbano prende forma attorno alla chiesa intitolata a Maria santissima del Rosario.

Successivamente, le case del borgo sono abitate dai dipendenti che lavorano nella proprietà del conte Henry d’Orleans d’Aumale.

Il nobile, nato nel 1822, aveva dei possedimenti a Partinico. La sua tenuta del Zucca, grazie al suo impegno, in breve diventa un centro agricolo di primaria importanza. Qui, si producevano vini di pregio, esportati anche all’estero.

Purtroppo, a metà del 1900 il villaggio inizia a spopolarsi perché gli abitanti cercano lavoro in città. Molte dimore vengono completamente abbandonate ed il centro rischia di perdere la sua identità. La rinascita del piccolo centro si deve a Giuseppe Gaglio che è riuscito a renderlo, nuovamente, un centro vitale.

Partinico

Partinico si trova a breve distanza da Borgo Parrini.
Passeggiando per il centro si possono ammirare importanti opere come la fontana Valguarna, la seicentesca chiesa del sacro Cuore e palazzo Porcaro in via dei Mille.

A Partinico si può visitare il museo etno antropologico archeologico e l’ottocentesca villa Comunale.

Da non perdere la Real cantina. E’ un grandioso edificio risalente al XIX secolo che comprende più corpi ed estese cantine. Al suo interno è ospitato il museo dei pupi artigianali. Ad una manciata di chilometri da Partinico si può visitare il lago Poma, un bacino artificiale diventato oasi faunistica. Qui trovano rifugio numerose specie animali rare.

RIASSUNTO
.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close