Rubriche

La leggenda di santa Lucia ed i dolci tradizionali

La leggenda di santa Lucia del 13 dicembre ed i dolci tradizionali. In tutta Italia è diffusa la leggenda di santa Lucia del 13 dicembre, nativa di Siracusa.

La leggenda di santa Lucia del 13 dicembre

La leggenda racconta che a Verona, fra i bambini, si andava diffondendo rapidamente una grave malattia oculare. Si pensò di chiedere l’intervento di santa Lucia, compiendo un pellegrinaggio, a piedi scalzi, fino alla chiesa a lei dedicata. I più piccoli però si mostrarono poco propensi a partecipare all’evento. Gli adulti allora fecero una promessa: tutti coloro che avrebbero partecipato, una volta tornati a casa avrebbero avuto tanti biscotti. I bambini accettarono e tutta Verona partecipò al pellegrinaggio. L’epidemia cessò e da quel momento ogni 13 dicembre i più piccoli ricevono da santa Lucia piccoli doni golosi.

La santa di Siracusa, la notte fra il 12 ed il 13 dicembre, riempie un cesto di doni. Con l’aiuto del suo fedele asinello gira da casa in casa lasciando dolcetti e regalini ai bambini ubbidienti. Loro, per ricambiare la generosità della martire lasciano, vicino alla finestra, qualche carota per l’asinello ed un bicchiere di latte per lei.  I bambini però devono andare a letto presto perché Lucia non vuole che la si veda mentre è intenta a portare i regali.
E’ un’usanza molto viva non soltanto a Bergamo e a Brescia ma anche a Venezia. Proprio qui, presso la chiesa di san Geremia, a partire dal XIII secolo  si trovano le spoglie della santa.

13 dicembre, i dolci

Il 13 dicembre è santa Lucia, una ricorrenza molto sentita in tutta Italia. Per la festa è tradizione preparare tantissimi dolci.

In Sicilia, una delle preparazioni più caratteristiche è la cuccia, a base di grano e ricotta.

L’origine di questo dolce è legato ad un antico racconto. Durante una grave carestia, nel porto di Siracusa arrivò un’imbarcazione carica di grano. Per festeggiare l’improvvisa fortuna si inventò una ricetta squisita aggiungendo, al grano cotto, altri ingredienti come il cioccolato ed i pistacchi. In ricordo di questo miracolo, il 13 dicembre non si mangiano né pane né pasta.

In Puglia ed in altre regioni del Sud, si preparano gli occhi di santa Lucia, piccoli biscotti decorati con glassa di zucchero.

In Veneto, così come in Lombardia, il 13 dicembre si gustano dolcetti di pasta frolla, semplici e buonissimi.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button
Close