Comunicati Stampa

San Giovanni: incantesimi e riti propiziatori

I giorni di San Giovanni sono quelli perfetti per tanti riti propiziatori. I motivi sono legati al fluido energetico che arriva alla Terra. Il sole, infatti, nel solstizio cambia posizione e questo, da sempre, ha influenzato moltissimo gli esseri umani. Per San Giovanni, si racconta, che le streghe avessero tanto da fare.

Abbiamo cercato le tradizioni più amate per questa giornata e, non vi nascondiamo, qualcuna la metteremo anche in pratica.

San Giovanni: 7 riti propiziatori da non perdere

  • Acqua di San Giovanni: fiori ed erbe aromatiche raccolte al calare della sera nei pressi di casa propria o in campagna, acqua di fonte (va bene quella minerale), ciotolina di vetro. Immergere foglie e fiori in acqua, lasciare la ciotola al chiarore della luna e delle stelle. La mattina dopo lavare il viso. In questo reel ecco la ricetta.
  • Nocino: nulla di magico qui per un ottimo liquore fatto dal mallo di noce freschissimo!
  • Olio di Iperico: in questi giorni si raccolgono i fiori di iperico perforato e lo si lascia macerare sino a fine estate per un potente unguento antirughe e cicatrizzante.
  • 3 fave per trovare l’amore. E’ questo un rito molto antico e pagano, davvero particolare. Il giorno si San Giovanni è da sempre considerato fondamentale per l’amore ed i matrimoni, sono mistiche le relazioni che vengono consacrate in questo giorno. Sino a non troppi anni fa si usava fare un rito. Ovvero tre fave, che incartate e poste sotto il cuscino daranno il mattino dopo la misura di quanto sarà ricco il marito. E’ a mezzanotte che le tre fave si prendono e si osservano. Alla prima togliere completamente la buccia, alla seconda togliere la metà della buccia, e alla terza lasciarla intatta. Incartare le tre fave come caramelle con tre carte identiche, metterle sotto il cuscino e dormirci sopra. Il mattino pescandone una a caso, se la buccia è intera vuol dire che s’incontrerà un marito ricco, con mezza buccia benestante e senza buccia povero. 
  • Preghiera per l’amore: prima di addormentarsi, pregare San Giovanni chiedendo di vedere sogno il volto del futuro compagno è questo ancora molto usato così come a ragazza a mezzanotte si guarderà allo specchio, vedrà riflesso accanto al suo volto quello di lui. Anche mettere sotto il cuscino un mazzetto di foglie di alloro serve per sognare il volto del futuro amore.
  • Il cardo per trovare l’amore:  raccogliere un cardo e bruciacchiarlo. Una volta bruciato è bene nasconderlo in una fessura del muro di casa propria. Se la mattina dopo è ancora verde come appena raccolto significa che entro l’anno arriverà l’amore.
  • Trovare l’uomo ricco, il mistero dell’ albume di uovo.  Prendiamo un bicchiere colmo d’acqua e versiamoci dentro 1 chiaria (albume d’uovo). Lasciamo il bicchiere sul davanzale della finestra; se, il mattino, si troverà l’albume ricoperta di bollicine, a breve arriverà un uomo bello, buono e ricco.

Comparia di San Giovanni

Una usanza ancora oggi praticata in tutto il sud d’Italia. Compari e Comari di San Giovanni. In genere si raccoglie un mazzolino di fiori, iperico ed altre piante, si prepara un bel mazzetto legato con un fiocco colorato e avvolto in fazzoletto di cotone. Lo si consegna alla persona designata che il 29 giugno in onore di San Pietro ricambierà. In altri luoghi ad esempio l’amicizia si sancisce saltando sui carboni ardenti mani nelle mani. L’amicizia è però affidata al Santo dunque molto forte e protetta.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy