Mediterranews

Al porto di Alassio servizi tecnologici all’avanguardia

Novità introdotta dalla Marina di Alassio



Per entrare nel porticciolo “Luca Ferrari” arriva la “sbarra intelligente” che legge le targhe
In porto ad Alassio arriva la sbarra intelligente. Una nuova modalità per accedere nell’approdo Luca Ferrari più rapidamente grazie all’innovativa tecnologia “targa system”. Per i proprietari delle imbarcazioni ormeggiate alle banchine dello scalo marittimo, Bandiera Blu per il 19° anno consecutivo, non è più necessario ritirare il biglietto all’ingresso. E’ l’ultima novità introdotta dalla Marina di Alassio, la società partecipata del Comune di Alassio che ha implementato anche i servizi a disposizione dei diportisti con posto barca stagionale o annuale.

Il sistema – spiega Rinaldo Agostini, presidente della Marina – utilizza l’illuminazione e una videocamera a infrarossi. Viene acquisita l’immagine della parte anteriore o posteriore del veicolo, quindi un software elabora le immagini, le analizza per poi estrarre tutte le informazioni sulle targhe delle autovetture. Un sistema altamente affidabile perché è più facile determinare il momento effettivo di ingresso dal numero di targa della vettura”.

Tre, al momento le targhe che i diportisti possono inserire nel sistema computerizzato della direzione del porto, ma il servizio prevede la possibilità di essere ulteriormente implementato. Già attiva, invece, la possibilità di pagare con il bancomat anche per gli utenti occasionali che dovessero smarrire il biglietto d’ingresso. E’ una delle novità introdotte grazie all’impegno del direttore generale Marino Agnese e dei dipendenti della Marina di Alassio, che consentono al porto Luca Ferrari di essere aperto 24 ore al giorno 7 giorni su 7 per 365 giorni all’anno. Anche l’Ufficio Amministrativo in estate è aperto 7 giorni su 7 e consente ai fruitori di avere anche informazioni turistiche e meteo aggiornate. Il diportista, infatti, ancora prima di arrivare al porticciolo ai piedi di Santa Croce, attraverso il portale della Marina, può consultare le previsioni meteo e visionare anche le due webcam ad alta definizione che offrono un’ampia visuale sulle banchine. Avviato con successo il canale shopping, anche quello presente sul portale dello scalo marittimo alassino. Consente di fare la spesa direttamente a bordo dell’imbarcazione e l’operazione di delivery si conclude rapidamente grazie alla convenzione stipulata con un supermercato cittadino. Interessante anche il servizio “calcolatore” delle tariffe a distanza. Da remoto, sempre direttamente dal portale web, è possibile inserire le misure dell’imbarcazione e scoprire, anzitempo, il costo dell’ormeggio in banchina. E per scoprire la disponibilità del posto barca è già ben collaudato il sistema di “booking engine”, che consente di prenotare l’ormeggio anche a distanza via tablet, pc e smartphone. Il porto di Alassio, con i suoi 460 posti barca a disposizione, è anche diventata la “porta di accesso” della città.

Moltissimi i diportisti che raggiungono l’approdo, anche per la prima volta, anche dall’estero. In transito figurano francesi, tedeschi, ma addirittura giapponesi e israeliani che scoprono Alassio magari dopo una lungo viaggio da Oltreoceano. Una volta sbarcati – precisa Rinaldo Agostini – possono usufruire di moltissime comodità per i loro spostamenti. Alla Marina, da anni ad esempio, mettiamo a disposizione il noleggio delle bici per raggiungere facilmente il centro cittadino”.

Implementato anche il servizio di raccolta rifiuti in porto per olii esausti, alimenti e batterie, ma anche in mare con l’iniziativa “Navigo e riciclo”. Alla direzione portuale vengono distribuiti sacchetti dove poter raccogliere i rifiuti per poi depositarli negli appositi contenitori una volta rientrati in porto. L’approdo è diventato anche una sorta di “albergo galleggiante” con l’avvio dell’iniziativa Marina Resort. I diportisti possono soggiornare al “Luca Ferrari” a bordo dei loro natanti ottenendo uno sconto dell’Iva del 10 % sulla tariffa dell’ormeggio. Per un’imbarcazione di 10 metri, ad esempio, la tariffa scende da 49 euro a 44,20 euro al giorno.

L’assessore alle Società Partecipate del Comune di Alassio, Patrizia Mordente, sottolinea: “Le innovazioni tecnologiche implementate dalla Marina di Alassio, insieme a servizi utili e comodi come la prenotazione online e il servizio di spesa a bordo, rendono sempre di più il Porto Luca Ferrari – al quale è stato riconfermato non a caso per il diciannovesimo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu – un punto di riferimento di eccellenza nel panorama nazionale e non solo, migliorando l’accoglienza per i diportisti italiani e stranieri e per tutti gli utenti“.

Exit mobile version