Italia

Sassari, caso Corte Appello. Nicola Sanna, lavoriamo per l’autonomia

0014mar2014 Nicola Sanna_pzza Nazario Sauro06Per il candidato alla primarie per sindaco di Sassari la questione non può più essere trascurata.

 «E’ necessario creare una sezione distaccata della Corte di Appello che ha giurisdizione sui tribunali di Sassari, Nuoro ed Olbia -Tempio, nonché sul tribunale dei minori di Sassari con competenza sulle tre province, per un bacino di utenza pari a 654.000 abitanti, poco meno della popolazione sarda». Nicola Sanna, candidato alle primarie per sindaco di Sassari, interviene sulla necessità di creare un’asse politico e programmatico tra Sassari e Olbia, non solo sulle infrastrutture dei trasporti  ma anche per rendere indipendente da Cagliari, la sezione distaccata della Corte di Appello.

 

«Questione annosa, ultraventennale che non può essere trascurata dalle nuove amministrazioni comunale e regionale – afferma Nicola Sanna – le quali dovranno riavviare le attività del Comitato per il riconoscimento dell’autonomia della corte d’appello. A questo Comitato – ricorda – hanno aderito, in fase di costituzione, le tre amministrazioni provinciali di Sassari, Nuoro e Olbia-Tempio, 35 Comuni, l’Università di Sassari, gli ordini forensi, numerosi parlamentari e consiglieri regionali, e singoli avvocati, a testimonianza della solidale ed univoca richiesta proveniente dalle Istituzioni e dal territorio».

 

«Tra le ulteriori attività del Comitato  – propone Nicola Sanna – occorre porsi un nuovo importante obiettivo: l’istituzione della sede distaccata del Tar, Tribunale amministrativo regionale, un nuovo Ufficio giudiziario che servirebbero tutto il Nord Sardegna e la provincia di Nuoro.

«Tali nuove sedi – prosegue – non rappresentano un costo di giustizia ma un investimento nell’efficienza della giustizia. In questo modo si potrebbero consentire risparmi sui maggiori costi per la collettività legati alle trasferte degli ufficiali e agenti di polizia giudiziaria da Cagliari al nord Sardegna, dell’utenza e degli avvocati che invece inciderebbero negativamente sull’efficienza dei servizi».
«Nelle aree del centro-nord Sardegna – afferma ancora Nicola Sanna – si stanno manifestando, inoltre, attività inedite, fortemente sospettate di rappresentare il triste fenomeno di riciclaggio di capitali illeciti da parte di organizzazioni criminali. Si pone, allora, l’esigenza, più volte sollecitata da autorevoli voci della locale magistratura, che anche a Sassari operi la Procura Distrettuale antimafia con una sezione della Direzione investigativa antimafia, per una migliore efficacia dell’azione investigativa e giudiziaria. Azione che potrà essere positivamente attuata solo con il riconoscimento della piena autonomia della Corte d’Appello di Sassari», conclude.

 

 

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy