SocietàSpeciale Maturità

Maturità: tutto quello che non sai su Gabriel Garcia Marquez

marquezGabriel Garcia Marquez è il maggior rappresentante della corrente letteraria del realismo magico. Nasce ad Aracataca, in Colombia, il 6 Marzo del 1927 e poco dopo viene mandato a vivere dai nonni. Gabo, così come viene affettuosamente chiamato, studia in una scuola pubblica, dove si distingue per la sua passione letteraria e la sua predisposizione alla scrittura. Viene avviato dalla famiglia alla giurisprudenza, presto abbandonata in favore del giornalismo, settore nel quale si occupa di arte, cultura e cronaca.


A causa delle sue idee progressiste e dell’avvento del regime dittatoriale in Colombia, Marquez lascia il suo Paese e soggiorna, per qualche tempo, anche in Italia, esattamente a Roma; qui si dedica allo studio della cinematografia. Nel 1954 viene dato alle stampe il suo primo racconto “Foglie morte”. Dopo aver viaggiato per l’Europa, ritorna in Colombia, dove si sposa con Mercedes Barcha; dalla loro unione nascono due figli. Dopo un periodo trascorso in Venezuela, lo scrittore si reca a Cuba, lavorando presso l’agenzia “Prensa latina”; in seguito diventa inviato delle Nazioni Unite e soggiorna a New York, per seguire la guerra fredda e la crisi fra gli Usa e Cuba ma, a causa di forti pressioni, decide di trasferirsi in Messico. Il 1962 è l’anno del suo libro d’esordio “I funerali della Mama grande” mentre nel 1967 pubblica “Cent’anni di solitudine”, uno dei libri più letti al mondo. Seguono altri romanzi come “Cronaca di una morte annunciata”, “Il generale nel suo labirinto” e nel 2004 “Memoria delle mie puttane tristi”.

 Gabriel Garcia Marquez ha poi vissuto per lunghi anni a Città del Messico dove si è spento il 17 Aprile scorso in seguito ad un’infezione polmonare.

Gabriel Garcia Marquez,insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1982, è uno dei più grandi autori di lingua spagnola. Il suo maggior successo è “Cent’anni di solitudine”, per il quale si è ispirato alla realtà di Aracataca, il paese della sua infanzia.

Marquez si è sempre schierato a favore dei più deboli e dei bisognosi e si è dedicato con passione alle cause civile.


In accordo con altri giornalisti è stato il fondatore del “Iberoamerican foundation for new journalism”, un ente a favore della corrente definita new journalism, di cui lo scrittore è stato un esponente di spicco.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close