Nello scorso mese di gennaio i media italiani ed esteri hanno annunciato che la FAO ha “promosso” la pianta. Continue reading