EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Come preparare le uova di Pasqua in casa

Preparare un uovo di cioccolato in casa è più  facile di quanto possa sembrare, se poi unirete un pò della vostra fantasia il risultato sarà veramente sorprendente e la vostra Pasqua sarà di ottimo auspicio .

Ingredienti:

300 grammi di cioccolato fondente
acqua
stampi a forma di uovo.

Spezzettiamo il cioccolato, mettiamolo in una grossa scodella.
Portiamo ad ebollizione poca aqua, spegniamo il fuoco e posizioniamo sopra il pentolino la scodella con il cioccolato. Facciamo attenzione che la nostra scodella non tocchi l’acqua bollente sottostante. Copriamo con un coperchio e lasciamo riposare per 10 minuti circa.

Togliamo il coperchio e mescoliamo con un cucchiaio di legno. Il cioccolato dovrebbe risultare ben sciolto.
Ora riempiamo gli stampi con il cioccolato, aiutandoci con il cucchiaio per distribuirlo omogeneamente.
Lasciamo raffreddare e mettiamo in frigo in modo che si indurisca.
Per rendere il cioccolato più spesso, ripetiamo due volte l’operazione spalmando gli stampi di un altro strato e facendo raffreddare. Possiamo anche alternare al fondente il cioccolato bianco e, volendo, possiamo sminuzzare delle nocciole e amalgamarle al composto per avere il cioccolato alle nocciole.
Stacchiamo l’uovo dagli stampi.
Ora pareggiamo i bordi dell’uovo con il coltello al fine di unire meglio le due metà.A questo punto se lo desideriamo mettiamo all’interno una piccola sorpresa.
Infine per chiudere le due parti appoggiamoli ad una teglia scaldata in forno, in modo da farli sciogliere leggermente, e pressiamoli tra di loro.
Il nostro uovo personalizzato è pronto ed ora potete sistemarlo con carta colorata e semplice organza. Non dimenticate il bigliettino di auguri!


About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

Comments

  • Se l’uovo di Pasqua avesse una sorpresa pericolosa?Alcune nozioni fondamentali per stare tranquilli | Mediterranews 23 marzo 2012 at 10:05 PM

    […] è alle porte.  Tutti si apprestano ad acquistare l‘uovo di Pasqua ma a parte la tradizione dolce e ricca c’è qualcosa che non va. Oltre al prodotto di […]

    Reply