Italia

Luigi Bonaventura, pentito delle ndrine, lancia un videomessaggio su Youtube. Chiede aiuto a Napolitano

Luigi Bonaventura, pentito delle ndrine, lancia un videomessaggio su Youtube. Chiede aiuto a NapolitanoLa comunicazione online affascina un pò tutti persino i pentiti. Dalla tranquilla Termoli, direttamente sui vostri schermi, attraverso You Tube,  un pentito di ’ndrangheta lancia il suo videomessaggio rivolto a Napolitano e Pannella.
“la mia famiglia rischia la vita”. Da Termoli appello su YouTube
Luigi Bonaventura,vive a Termoli con la moglie e due bambini sotto falsa identità, pubblica un video-messaggio al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano chiedendo di poter andare all’estero e una scorta “perchè siamo in pericolo”.
Così dice Bonaventura: “Mi rivolgo al nostro presidente della Repubblica Giorgio Napolitano affinché intervenga e permetta di portare la mia famiglia al sicuro all’estero”.  Luigi Bonaventura,  40 anni, pentito di ndrangheta, vive a Termoli in regime di protezione testimoni con la moglie e due bambini. Bonaventura non è sereno, non si sente tranquillo e tanto meno garantito. Le preoccupazioni di Bonaventura non sono nuove, infatti lo aveva già detto  durante un processo per associazione mafiosa che si sta celebrando nel Tribunale di Crotone. Così dichiarava: «La ’ndrangheta mi stava facendo fare la stessa fine di Lea Garofalo»


Forse per questo motivo Bonaventura ha preso il coraggio e creato un videomessaggio dove diceChiedo che la mia famiglia sia portata all’estero e possa vivere una vita dignitosa. E chiedo urgentemente una scorta”.

Secondo quello che racconta il pentito, “A due passi da casa Mi hanno teso una trappola nella località protetta dove mi trovo. Dopo 30 anni di ‘ndrangheta, riconosco i meccanismi”.

“Hanno finto di essere amici e di volermi aiutare ad integrarmi nella città, ma il vero obiettivo era quello di attirarmi in una trappola e uccidermi”

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close