Italia

Catanzaro, Memorial Barone presente Franco Maccari, segretario nazionale Coisp

Franco MaccariL’impegno del Coisp per le vittime della strada, lunedì Maccari  a Catanzaro per il Memorial Barone: “La prevenzione e l’educazione
nostro primo pensiero, ma attendiamo la legge sull’omicidio stradale”.
“La tragedia sulla strada arriva quando meno te l’aspetti. E’ una di quelle cose che si pensa capitino sempre e solo agli altri, ed è anche per questo che chi interviene in casi del genere si deve confrontare  con l’assoluta incredulità di familiari che proprio per questo sfocia nella disperazione  più incontrollabile. Essere colui o colei che innesca questo processo drammatico è una delle cose
più delicate e difficili che competono a chi porta la divisa, e condividere ogni volta tanti atroci  momenti mette a dura prova la resistenza anche del più navigato dei Poliziotti, uomo, figlio,  marito e padre, donna, sorella, moglie e madre anch’essi, che non possono evitare di vivere con empatia lo choc ed il dolore altrui. L’incidente stradale è una di quelle esperienze che come e più
di altre legano visceralmente cittadini e Poliziotti, e non a caso è uno di quei ‘settori’ della nostra vita  professionale cui dedichiamo da sempre grande attenzione, collaborando in ogni modo alle attività  di prevenzione ed educazione. In questa precisa ottica si colloca anche la manifestazione di lunedì,  che chiamerà i cittadini a raccogliere messaggi importanti, ‘vitali’ direi, che non potranno  più dimenticare perché gli giungeranno dalla voce di chi persone amate ne ha perse sulla strada,  e dalla voce di noi Poliziotti che abbiamo perso anche amici e colleghi tra le lamiere.  Ancora una volta sarà l’occasione per crescere insieme”.
Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, presenta così  l’importante evento fissato per lunedì, a partire dalle 21.30, in piazza Brindisi, nel quartiere marinaro  di Catanzaro, dove si terrà il “Memorial Giovanni Barone”, un appuntamento voluto dalla famiglia  Barone e dal Coisp che si ripete da dodici anni ormai, dall’anno successivo a quello in cui perse la vita  il giovane Giovanni, morto in un incidente stradale avvenuto 13 anni fa nella tristemente nota galleria
del comune di Copanello, a pochi chilometri da Catanzaro.
La serata è stata organizzata dalla famiglia Barone, da papà Emilio e dalle splendide figlie  Corinne e Annalisa, in collaborazione con la Segreteria Regionale del Coisp, e per la prima volta  diviene quest’anno un appuntamento “istituzionale” avendo ricevuto il patrocinio  dell’Amministrazione Comunale di Catanzaro nell’ambito degli eventi dell’estate 2014.
La manifestazione, come ogni anno, vorrà fornire importanti spunti di riflessione, soprattutto grazie  alla presenza di familiari delle Vittime della strada che renderanno le loro testimonianze,
come faranno, questa volta, i parenti di Massimo Impieri, Poliziotto deceduto lo scorso anno  a Crotone mentre effettuava i rilievi di un incidente stradale, o anche la famiglia del piccolo Matteo,  deceduto sempre lo scorso anno a Sellia Marina dopo essere stato travolto da un Suv.
Una “testimonianza” sarà rappresentata anche dal film “La prima volta”, il cortometraggio di 8 minuti  prodotto dal Coisp e proiettato lo scorso anno nel corso del Congresso Nazionale, che con le sue  immagini di notevole impatto descrive le difficoltà operative e umane di una pattuglia di Poliziotti Uhe devono interfacciarsi per la prima volta con i familiari di una persona per comunicargli  che purtroppo il loro caro ha perso la vita in un incidente stradale.
Ma la serata sarà fatta anche di tanto altro, con l’esibizione di numerosi artisti e la presenza  di personaggi noti e amati, soprattutto dai più giovani, come il neo-acquisto della squadra di calcio  della città, Djomansy Kamara, che porterà il proprio saluto.
“La manifestazione, che da dodici anni caratterizza le nostre estati – spiega Giuseppe Brugnano,  Segretario Generale del Coisp Calabria – avrà come scopo primario la prevenzione degli incidenti  stradali lanciando messaggi di educazione stradale soprattutto alle nuove generazioni,  attraverso le forme di comunicazione a loro più vicine come il canto, il ballo, il cabaret e lo spettacolo
in generale. Anche se siamo certi che, alla fine, ciò che resterà indelebile nelle menti di tutti saranno le parole di chi è entrato a pieno titolo nell’inferno del dolore di una perdita drammatica e sconvolgente causata da un incidente sulla strada”.
“Confidiamo nel valore altamente educativo di iniziative come questo Memorial – aggiunge Maccari -, primo e fondamentale obiettivo di una società responsabile e davvero impegnata per la salvaguardia  dei suoi cittadini. Dal sito dell’Istat infatti, è bene ricordarlo, si apprende con sgomento che ‘nel 2013,  sulla base di una stima preliminare, si sono verificati in Italia 182.700 incidenti stradali con lesioni a persone. Il numero dei morti, entro il trentesimo giorno, è pari a 3.400, mentre i feriti ammontano
a 259.500’. Si tratta di una vera ecatombe, ma va detto anche che ‘rispetto al 2001, il numero di morti è diminuito nel 2013 del 52,1%’, e che ‘il programma Europeo di azione per la sicurezza stradale  2011-2020 prevede un ulteriore dimezzamento del numero dei morti sulle strade entro il 2020 e una  riduzione dei feriti gravi”.
“Ebbene – conclude il Segretario Generale del Coisp -, a quest’attività di salvaguardia della vita noi  vogliamo contribuire in ogni modo possibile, mentre intanto ripetiamo il nostro accorato appello  a che divenga presto realtà l’iniziativa legislativa che prevede la fattispecie dell’omicidio stradale,  il cui disegno di legge è stato presentato ormai a marzo, e per cui ci battiamo da tempo assieme a tanti  partner importanti”.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy